NADAL E BERDYCH AI QUARTI, OUT MURRAY

Tennis. Ottavi di finale nel Madrid Open. Rafael Nadal ha eliminato senza problemi il finlandese Nieminen e adesso ai quarti troverà Tomas Berdych, il quale ha vinto in 3 set contro Grigor Dimitrov. Ok anche Nishikori che ha eliminato con un doppio 7-6 Milos Raonic.
giovedì, 8 Maggio 2014

Tennis. Il Madrid Open è giunto agli ottavi di finali, e nel circuito maschile oggi è di nuovo il turno di Rafael Nadal e Andy Murray. Spicca anche il confronto tra Tomas Berdych e Grigor Dimitrov, mentre a chiudere il programma nel serale ci sarà David Ferrer contro John Isner.

La sfida per il numero un del mondo non è stata di quelle proibitive, il finlandese Jarkko Nieminen, infatti, vantava 7 sconfitte in altrettanti precedenti. Nell’ottava sfida quindi l’esito era già quasi scritto e lo spagnolo ha confermato i buoni passi in avanti mostrati contro Juan Monaco nel secondo turno. Nadal ha giocato un primo set perfetto e, a differenza dell’inizio nella sfida contro l’argentino, non ha concesso nessuna chance all’avversario. Zero palle break concesse, 100% di punti con la seconda di servizio, contro un Nieminen che quando non ha trovato la prima (85% dei punti) non ha raccolto neanche un punto con la seconda. Ben 3 break quindi per lo spagnolo che ha chiuso 6-1 il primo set. Nella seconda partita Nadal ha abbassato un po’ l’efficacia dei colpi, calando anche leggermente di tenuta fisica permettendo a un Nieminen, sotto di un break, di rientrare nel match, prima di piazzare il break decisivo nel decimo gioco. Nei quarti di finali per lo spagnolo ci sarà il primo vero test, quello contro Tomas Berdcyh. Una partita che ci dirà se veramente questo Nadal è abbastanza per tornare ad essere il dominatore sulla terra immaginato fino al mese scorso. 

Come detto, quindi, a sfidare il numero uno del mondo sarà Berdych, testa di serie numero 6, che ha avuto la meglio in tre set del bulgaro Dimitrov. Non è stata una partita facile, anzi, il ceco si è dovuto imporre rimontando dopo aver perso il primo set. La partenza del bulgaro, infatti, è stata perfetta. Non ha concesso occasioni, ha servito con il 74% di prime in campo, contro il 62 di Berdcyh, ma soprattuto ha chiuso con uno 0 alla voce palle break concesse. In risposta poi con l’unica palla break avuta ha chiuso il parziale 6-3. Ci si aspettava, anche nel secondo set, un Dimitrov che cavalcasse l’onda di una prima parte di partita perfetta, invece a imporsi è stato il ceco che a sua volta non ha concesso palle break e che ha sfruttato il crollo al servizio di Dimitrov (48% di prime): ancora un 6-3 che ha mandato la sfida al terzo set. Nel set decisivo entrambi hanno avuto le occasioni per chiudere il discorso, Berdych però ha salvato entrambe le palle break concesse, mentre Dimitrov non è più tornato ai livelli del primo set e ha ceduto ben due volte il servizio: 6-2 per Berdych, dopo un’ora e cinquanta minuti di gioco, in quella che è la sua prima vittoria sul talento bulgaro. 

Bella qualificazione ai quarti di finale è anche quella che si è guadagnato Kei Nishikori. Il giapponese è uscito vincitore della sfida contro Milos Raonic, confermando il suo splendido momento di forma. La partita è stata una vera e propria battaglia, totalmente diversa nei due set, con Raonic in parte condizionato da un problema alla spalla durante tutta la partita. Nel primo set entrambi hanno giocato molto con la risposta, infatti ci sono state ben 13 palle break, con un break per parte. Alla fine però ad imporsi è stato 7-5 il giapponese. Nel secondo, invece, ha prevalso la prudenza ed entrambi hanno tenuto senza difficoltà i propri servizi: al tie break, però, sempre per 7-5 è stato Nishikori a passare il turno. Nei quarti ad affrontarlo ci sarà uno tra Feliciano Lopez o Thiem, in una parta bassa che senza Djokovic e Wawrinka vede il solo Ferrer come big.

La sorpresa non è tardata ad arrivare. Andy Murray continua a fare una tremenda fatica ad imporsi, e oggi è arrivata la sconfitta contro Santiago Giraldo. È vero si giocava sulla terra, la superficie del colombiano, ma è anche vero che negli unici due precedenti, sempre sulla terra battuta, era stato lo scozzese ad imporsi senza problemi. Invece quest’oggi a giocare e a vincere senza difficoltà è stato proprio Giraldo, che continua quindi nel suo bel momento. Dopo la finale a Barcellona ecco i quarti in un 1000 importante qual è Madrid. Una partita in costante sofferenza per il campione di Wimbledon, che nel primo set non ha mai impensierito Giraldo al servizio, totalizzando la miseria di 5 punti vinti in risposta. Sfruttando, invece, una delle due palle break avute il 26enne di Pereira ha chiuso 6-3 il parziale. Nel secondo set le cose non sono migliorate, anzi. Murray ha continuato a faticare per restare attaccato alla partita, che fatale è scivolata alla conclusione dopo un’ora e dieci minuti. Merito di Giraldo capace di strappare altre due volte il servizio all’avversario per chiudere 6-2. Per Murray ora c’è da pensare a Roma, dove però bisognerà ancora soffrire, sia per la condizione fisica, sia per la superficie. Si gode invece il momento Giraldo che adesso si giocherà i quarti di finale contro uno specialista della superficie, Roberto Bautista Agut, il quale si è imposto in poco più di un’ora per 6-4 6-2 sul polacco Kubot. Nonostante il punteggio sia abbastanza netto, Kubot ha avuto comunque le occasioni per prolungare l’incontro almeno fino al terzo set. Nel secondo parziale, infatti, lo spagnolo ha difeso ben quattro palle break che hanno evitato all’avversario di rientrare in partita. 

Prosegue a vele spiegate anche il cammino di Ernests Gulbis. Il lettone ha superato l’ostacolo Cilic in un’ora e trenta minuti di gioco, proseguendo nel suo bel periodo. La partita è stata controllata senza troppi problema e chiusa con il punteggio di 6-3 6-4. Gulbis ora se la vedrà contro il vincitore della sfida che chiuderà la giornata: o Ferrer o Isner. Mentre è passato ai quarti di finale anche Feliciano Lopez. Lo spagnolo lo ha fatto però senza scendere in campo per il ritiro di Thiem, per Feliciano ora la sfida contro Kei Nishikori.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI


Nessun Commento per “NADAL E BERDYCH AI QUARTI, OUT MURRAY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RACE TO LONDON. MURRAY RISCHIA Lo scozzese potrebbe restare fuori dalla corsa verso le Atp World Tour Finals. Ma le prestazioni di Cilic e Nishikori minano anche le certezze di Dimitrov e Raonic e non lasciano […]
  • IL PAGELLONE ATP DEL 2014 Dopo una stagione lunga e combattuta tra i campi di tutto il mondo, ecco le pagelle di Tennis.it per il circuito ATP
  • IW UOMINI: DJOKOVIC CON MURRAY, FEDERER CON NADAL Sorteggiato il tabellone del primo master 1000 della stagione. Nella parte alta, possibile rivincita della finale australiana in semifinale, nella metà inferiore potremmo invece ritrovare […]
  • SUBITO IN CAMPO I BIG THREE Il 2015 del circuito Atp inizia col botto e con tutti i magnifici tre in campo. Nadal difenderà il titolo a Doha dall’assalto di Djokovic, mentre Federer torna Brisbane dopo la finale […]
  • DJOKOVIC CONTRO FEDERER, LA RIVINCITA Finale maschile al Bnp Paribas Open di Indian Wells in programma alle ore 21.00 italiane. Djokovic cerca di confermarsi campione e il poker nel deserto, Federer vuole vendicare la […]
  • L’ATP TRASLOCA IN ASIA. VIA A KUALA LUMPUR E SHENZHEN I due tornei, entrambi orfani dei campioni uscenti, aprono la stagione asiatica dell’Atp. In Malesia sono favoriti gli spagnoli David Ferrer e Feliciano Lopez. In Cina occhio a Tomas […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.