ANCORA FEDERER E NADAL

A Madrid Roger batte Soderling con una prova convincente, e raggiunge "Rafa" in semifinale. Sarà la terza sfida in altrettante edizioni 'rosse' del torneo. Djokovic supera Ferrer in tre set
venerdì, 6 Maggio 2011

Madrid (Spagna). L’immagine li ritrae durante la premiazione dell’edizione 2009 del Masters 1000 di Madrid, la prima giocata sulla terra battuta. Quel giorno Roger, aiutato dalla rapidità della superficie e dalle precarie condizione fisiche del maiorchino (che il sabato rimase in campo oltre 4 ore), colse con un doppio 6-4 la seconda e ultima vittoria sul rosso contro l’attuale numero uno del mondo. Lo scorso anno, invece, il successo toccò a ‘Rafa’, che pareggiò i conti ‘madrileni’ battendo Roger per 6-4 7-6. Domani, per il terzo anno consecutivo, i due saranno nuovamente uno contro l’altro nel Manolo Santana Stadium, il campo principale della Caja Magica madrilena. Non si tratterà di una finale, ma per le emozioni uniche che solo una sfida Federer-Nadal può dare, in parte lo sarà. L’elvetico, che ha risposto al rapido successo di Nadal su Llodra con una prova molto convincente, tenterà di mettere i bastoni fra le ruote al maiorchino, a caccia del secondo ‘Slam rosso’ consecutivo. Ma non sarà affatto facile…

Primo set chiuso al tie-break. Il Federer visto oggi è stato indubbiamente il migliore dell’intera settimana, agevolato da un Soderling più moscio e meno combattivo rispetto ai propri standard. Il nordico ha comunque fatto tutto bene sino al 5-4 della frazione d’apertura (esordendo con 11 punti consecutivi al servizio), quando ha incontrato le prime difficoltà. Avanti per 40-15 ha prima commesso un doppio fallo, e poi steccato uno smash, regalando la parità a Federer. Lo svizzero, che sino a quel momento aveva faticato maggiormente rispetto al rivale, è poi riuscito a guadagnarsi due set-point, ma Soderling, dopo averglieli concessi con due grossolani errori, li ha cancellati con autorità, tenendo il servizio al termine di un game durato oltre 10 minuti. Lo stesso ha successivamente fatto sul 5-6, quando ha annullato un terzo set-point con un buon punto chiuso da una volèe stoppata, guadagnando il tie-break. Il game decisivo ha però, giustamente, premiato un ottimo Federer, abile nel prendere subito il largo e giocare alla perfezione i rimanenti punti (7-2).

Federer rompe l’equilibrio sul 4-4. Molto equilibrato anche il secondo set, che sino al 4-4, ha visto i due contendenti risalire una volta da 15-40 (prima Soderling, poi Federer) e tenere la battuta con quattro punti consecutivi. Nel nono game l’epilogo. Avanti 30-15 Soderling ha commesso un doppio fallo, e successivamente, grazie a un colpo di fortuna (leggi nastro che ha corretto vincente un suo back di rovescio) Federer ha guadagnato una palla-break. L’ha giocata in maniera magistrale, rispondendo bene, chiamando Soderling a rete con una smorzata, e chiudendo la successiva volèe, e alla sesta occasione utile è finalmente riuscito a togliere la battuta al rivale, e di fatto, chiudere il match. Gli sono infatti bastati altri quattro punti per fermare il cronometro a un’ora e 42 minuti, e guadagnare la terza semifinale stagionale in un Masters 1000. Quella di domani sarà la terza sfida con Nadal sulla terra negli ultimi tre anni, sempre, come accennato in precedenza, nel medesimo torneo. L’ultimo precedente fra i due risale invece allo scorso Masters 1000 di Miami, quando in semifinale ‘Rafa’ concesse le briciole all’amico-rivale.

Anche Djokovic in semifinale. Nell’ultimo match di giornata si è guadagnato un posto in semifinale anche Novak Djokovic, che battendo David Ferrer ha allungato a 30 la sua striscia di successi consecutivi nel 2011, superando il record di Ivan Lendl. Il numero due del mondo si è imposto con il punteggio di 6-4 4-6 6-3, e domani se la vedrà con la sorpresa del torneo Thomaz Bellucci. Entrambi i primi due set, dopo uno scambio di break nella fase iniziale, sono stati decisi a favore di colui che in precedenza aveva recuperato lo svantaggio, a segno grazie a un break fra nono e decimo gioco. Il parziale di 5-0 piazzato da Djokovic fra fine primo e inizio secondo set sembrava poter dare la piega decisiva alla sfida, ma Ferrer – come di consueto – non ha mollato, continuando a lottare da fondocampo. Complice un rendimento insufficiente del serbo con la seconda palla di servizio, l’allievo di Javier Piles è riuscito a rimettere in piedi il match, beffando poi Djokovic sul 5-4 (dopo esserci già andato vicino due giochi prima) e rimandando l’esito della sfida al set decisivo. Set decisivo che è però rimasto in parità sino al quinto gioco, quando Djokovic ha preso il largo, piazzando due break e chiudendo 6-3.


3 Commenti per “ANCORA FEDERER E NADAL”


  1. fabio ha detto:

    tifo Roger

  2. Admin ha detto:

    Hai ragione, ti ringraziamo per la segnalazione.

  3. Siro ha detto:

    Ciao!
    Grande articolo! Giusto… se non mi sbaglio l’ultimo confronto diretto tra Roger e Rafa é stato la semi-finale del master 1000 di Miami (6-3, 6-2 Rafa)… appunto, se non mi sbaglio!
    Grazie mille per l’attenzione!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RAFA E I 13 DISPIACERI SULLA TERRA ROSSA TENNIS - Una speciale classifica stilata da Tennis.com che ha voluto ordinare per importanza e clamore generato le 12 sconfitte patite dall'iberico mancino in carriera sulla amata terra […]
  • NADAL NON MOLLA Grazie a 45 punti di vantaggio su Djokovic, Rafael Nadal mantiene lo scettro di n.1 del mondo. Fabio Fognini supera Potito Starace e diventa il n.1 azzurro raggiungendo il best ranking con il n.35
  • Il PENSIERO DI EMILIO Sanchez ritiene che Nadal sia il favorito del Masters 1000 di Madrid, nonostante il torneo della capitale spagnola sia quello dove il maiorchino incontra maggiori difficoltà. Ma l’insidia […]
  • RANKING ATP: POSIZIONI STABILI Nessuna modifica nella top 10: aperta la sfida Djokovic-Nadal. Intanto John Isner insidia Andy Roddick, ma il miglior americano è Mardy Fish.
  • SEPPI NON IMITA MELZER Eliminato Nadal, Roger Federer non si lascia sorprendere da un buon Andreas Seppi e vola verso una sfida con Soderling
  • RITRATTI D’AUTORE Come è consuetudine, alla vigilia delle Atp Finals gli otto "maestri" posano per un servizio fotografico d'eccezione. Ecco il risultato di quest'anno

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.