MARDY FISH: DOPO GLI US OPEN DIRO’ BASTA

Mardy Fish terminerà la sua carriera giocando gli Us Open. Prima dello Slam americano, sarà presente anche ad Atlanta e a Cincinnati.
mercoledì, 22 Luglio 2015

TENNIS – Con un tweet, oggi, l’americano Mardy Fish ha fatto sapere di voler dire ‘addio’ al tennis giocato non prima di scendere in campo nel grande appuntamento degli Us Open. Il forte tennista di Edina (Minnesota), 34 anni a dicembre, ha dunque svelato i suoi programmi futuri e messo fine alle tante voci che lo vedevano etichettato come il ‘desaparecido’ del tennis.

Una carriera mai banale quella di Fish, certamente ricca di soddisfazioni anche se, avrebbe potuto e dovuto raccogliere di più vista la qualità del suo tennis. Ad Indian Wells, quest’anno, la sua ultima apparizione (sconfitta in tre set contro il connazionale Harrison) poi ancora il cartello ‘Stop’ a sancire, definitivamente, la sua fragilità fisica. Il classe 1981 era tornato sul cemento californiano dopo ben due anni di assenza dal circuito. L’Atp 250 giocato a Wiston-Salem nel 2013, l’aveva distrutto psicologicamente, minando quelle certezze imprescindibili a qualsiasi atleta. Giocò, quel match, contro un altro ‘vecchietto’ terribile, il finlandese Jarkko Nieminen ma erano oramai palesi a tutti i suoi problemi cardiaci.

“E’ una lotta quotidiana contro questa malattia. Vorrei poter tornare il giocatore di prima ma non ne ho la certezza”, disse l’ex top 7 del ranking subito dopo quel match in preda, da li a poco, all’ennesimo attacco di panico sul volo diretto per Los Angeles.

“In quei momenti in cui non controlli le tue emozioni, devo dire grazie a mia moglie che, con estrema delicatezza, ha fatto si che scendessi dal velivolo senza dare troppo nell’occhio”.

Poi, anche e soprattutto per passione, è nato l’amore per il golf, sport che attualmente il buon Mardy pratica spesso e che, a suo dire, lo ha aiutato molto. Ma l’amore per il tennis e la voglia di poter tornare quantomeno a competere senza freni (e per l’ultima volta) contro i suoi avversari ha avuto la meglio e, dopo un periodo di allenamenti susseguiti a cure specialistiche per lenire il suo problema cardiaco, l’americano ha stilato il suo programma estivo. Oltre all’ultimo Slam stagionale che si giocherà a Flushing Meadows, Fish sarà protagonista sia ad Atlanta (come confermato a qualche amico nei giorni scorsi su Twitter) che a Cincinnati.

C’è un po’ di tristezza in tutti noi dopo aver letto il suo tweet. Il tennis a stelle e strisce, dopo aver ‘perso’ un personaggio a suo modo unico ed inimitabile come Andy Roddick perderà a breve anche il tre volte quartofinalista Slam (Australian Open, Wimbledon e Us Open). L’augurio è che, nei prossimi tre tornei Mardy Fish possa regalarci ancora ed ulteriori sprazzi del suo gioco a tutto campo che, nel corso della sua carriera, lo hanno reso uno dei giocatori più divertenti del circus.

 


Nessun Commento per “MARDY FISH: DOPO GLI US OPEN DIRO' BASTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.