MARTINA HINGIS: “GIOCARE ANCORA? PERCHE’ NO”

Il successo, ottenuto in doppio a Miami, rigenera una Martina Hinghis che ora con cautela guarda avanti. Felice di giocare ancora, l’ex numero uno al mondo, parla anche di Serena Williams e del suo modo "intelligente" di gestire le partite.
mercoledì, 2 Aprile 2014

Tennis – Dopo la vittoria nel doppio al Sony Ericsson di Miami, a Martina Hinghis è tornato il sorriso. L’ennesimo ritorno in campo registrato ad Indian Wells non aveva regalato troppe gioie alla ex numero uno al mondo, che ora, ritrovata in coppia con Sabine Lisicki di cui è anche coach la via del successo, non pone limiti e paletti al suo futuro.

“Se due settimane fa mi avessero chiesto come andava, avrei risposto sicuramente in maniera diversa rispetto ad oggi” ha detto la 33enne svizzera aggiungendo “Ora, dopo questa importante vittoria, le cose sono cambiate. Sarei molto felice di continuare a giocare ancora per un po’, naturalmente in doppio. La prossima settimana Sabine deve concentrarsi sul singolo, è questa la sua priorità. Non mi fate guardare troppo avanti, preferisco andare di passo in passo. La mia idea al momento è quella di vivere una partita alla volta. Tornare a giocare anche il singolare? Difficile, ma….non sarebbe male

Porta chiusa o semi? Solo il tempo ci dirà se tutto ciò sarà possibile. Certo è che Martina facendo due conti con le carte d’identità di molte sue colleghe, si sarà resa conto che il circuito Wta non è certo un territorio proibito per le over 30.

Ultimamente stiamo assistendo a seconde se non terze “giovinezze” da parte di tenniste che alla freschezza atletica hanno messo in contrapposizione l’esperienza come fattore dominante.

Al di fuori dal coro, non avendo praticamente mai abdicato, una delle regine del tennis mondiale. Quella Serena Williams che nonostante l’età continua a vincere mettendo in campo, secondo la Hingis, molta testa oltre che alla solita potenza fisica.

“Non sono sorpresa di vederla ancora numero uno al mondo. Serena sta giocando in maniera molto intelligente. Sta usando molto l’esperienza maturata in tutti questi anni. Ultimamente poi si può avvalere della collaborazione di Patrick Mouratoglou, che l’ha aiutata a tornare in vetta al ranking facendole usare di più la testa, in gioco molto intelligente”.


Nessun Commento per “MARTINA HINGIS: “GIOCARE ANCORA? PERCHE’ NO””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.