MATCH TRUCCATI, LA LETTERA ANONIMA DI UN GIOCATORE

La redazione di TenisChile ha ricevuto una lettera anonima di accusa, ma allo stesso tempo di denuncia, da parte di un professionista con punti ATP. Proseguono le indagini
giovedì, 21 Gennaio 2016

TENNIS – Non basta nemmeno l’inizio degli Australian Open a placare il terremoto sulle partite truccate. La bufera che ha coinvolto diversi esponenti, soprattutto del circuito maschile in riferimento a Challenger e Futures, non accenna a terminare e, al contrario, i sospetti sugli incontri ATP cominciano a farsi sempre più insistenti.

A contribuire a tutto ciò, è arrivata una lettera anonima alla redazione di TenisChile, firmata da un giocatore professionista che non intende rivelare il suo nome. Tra intromissioni di personaggi poco chiari alle autorità e tennisti collusi con gli ambienti meno raccomandabili, emergono dettagli che potrebbero incentivare la prosecuzione delle indagini con nuovi risvolti.

“Sono un giocatore professionista con dei punti in classifica ATP, ho partecipato a tornei Challenger e Futures e non voglio rivelare la mia identità, perché il tennis è la mia passione e la parte principale della mia vita. Non ho intenzione di lasciarmi trascinare in questa storia, soprattutto perché la mia famiglia ha fatto dei sacrifici importanti per le soddisfazioni ottenute in questi anni. Ma ci sono episodi che non possono passare inosservati: tempo fa, una persona mi ha avvicinato, offrendomi 1500 $ per perdere al primo turno di un Futures. Ho rifiutato e ho vinto quel match, arrivando al secondo turno e ottenendo 200 $ di premio qualificazione. Una somma inferiore a quella che mi era stata offerta, ma ho pensato di accettare la cifra. Una settimana dopo si è ripresentata la stessa situazione, ma con 2000 $ sul piatto: il nervosismo di quel periodo mi ha portato a perdere il match, ottenendo comunque la quota per la partecipazione all’evento, ma stavolta ho accettato la quota e l’ho usata per finanziarmi i trasferimenti di torneo in torneo. Sono riuscito a pagarmi cose che, con i soldi dei miei genitori e i miei risparmi, non avrei potuto permettermi. Quando si è in difficoltà economiche, la voglia di accettare è enorme. Il problema emerge quando cominci ad ascoltare la storia delle sanzioni, delle multe e delle squalifiche. Ero già intimorito, ma dopo che in Argentina vinsi 61 62 contro un giocatore che non aveva mai perso un set prima, capii che c’era qualcosa che non andava nel suo comportamento: mi resi subito conto di quello che aveva fatto, perché c’ero passato anch’io. Non voglio fare il mio nome sia perché sono coinvolto allo stesso modo, sia perché non biasimo quel ragazzo. Tra Challenger e Futures si contano più sacrifici che premi e soddisfazioni: i giocatori vanno incentivati a perseguire la propria passione, anche e soprattutto con premi adeguati, in modo da non cadere in facili trappole com’è successo a me e a centinaia di miei colleghi. Siamo nel torto, ma abbiamo una battaglia da portare avanti”.

Questa, la lettera integrale pervenuta alla redazione cilena. Un vero e proprio calderone pronto ad essere scoperchiato, un puzzle a cui mancano solo i colori dei tasselli, ma che sembra essere già completo nella mente delle autorità. Dove si arriverà con il marcio del tennis? Anche i big possono rischiare o è solo un problema dei giocatori minori? La giustizia e le analisi degli organi competenti faranno il loro corso.


Nessun Commento per “MATCH TRUCCATI, LA LETTERA ANONIMA DI UN GIOCATORE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • SCOMMESSE, ISAAC FROST È IL NUOVO ACCUSATO Match combinati nel torneo di Traralgon, Victoria. Isaac Frost finisce sotto accusa, pesante l'ulteriore fattore sulla detenzione di droghe
  • SCOMMESSE: IL TENNIS E’ LO SPORT PIU’ A RISCHIO La ESSA (European Sport Security Association) ha deliberato i dati relativi ai casi sospetti di match-fixing nello sport. Il totale è di 195, ma a preoccupare sono i 123 legati al tennis. […]
  • 5 IMPROBABILI INTERRUZIONI TENNIS- Nella storia del tennis, tantissime sono state le volte in cui i match hanno subito delle interruzioni: ricordiamo insieme alcune delle più bizzarre occasioni di “delay”.
  • CHI AGGIUSTA I MATCH RISCHIA 10 ANNI DI CARCERE TENNIS- Lord Moynihan, membro della camera dei Lord, ha avanzato una proposta in Parlamento che prevede un incremento della pena carceraria per chiunque fosse sorpreso ad “aggiustare” […]
  • FISH, IL PEGGIO È PASSATO TENNIS- Mardy Fish è tornato a giocare match ufficiali dopo un lungo stop causato da gravi problemi al cuore: “dovevo provare a riavere la mia vita, e ora che ci sto riuscendo è fantastico”.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.