AO 2017 DOPPIO: MATTEK-SANDS E SAFAROVA SUL TETTO DEL MONDO

Vittoria per il duo femminile formato da Bethanie Mattek-Sands e Lucie Safarova. La coppia si è aggiudicata il secondo Grand Slam di fila sconfiggendo la coppia Hlavackova-Peng

Tennis – Si aggiudicano gli Australian Open 2017 di doppio femminile: Bethanie Mattek-Sansd e Lucie Safarova. La coppia ha infatti battuto in finale il duo Hlavackova-Peng 6(4)-7 6-3 6-3, dopo 2 ore e 18 minuti di gioco.

È il secondo Australian Open per la statunitense Mattek-Sands che, al fianco della Safarova, ha anche conquistato il secondo Slam di fila.

“Abbiamo festeggiato come se avessimo 5 anni. Questa sensazione è bellissima e vogliamo goderci ogni momento.Quando abbiamo visto il trofeo con i nostri nomi scritti sopra, abbiamo davvero realizzato di aver vinto…” ha detto la coppia Mattek Sands -Safarova.

Per quanto riguarda i giovani, conquista lo Slam Junior la quattordicenne Marta Kostyuk, alla sua prima apparizione in un Major. La Kostyuk ha battuto in finale la top seed Rebeka Masarova 7-5 1-6 6-4.

Sono davvero felice…devo ringraziare il mio manager (e coach di Federer nda) Ivan Ljubicic che ha fatto davvero tanto per me. Attraverso i suoi insegnamenti, ho appreso qualcosa anche di Roger, che si è congratulato con me!!” ha detto l’ucraina in preda all’emozione.

Ottiene il suo terzo Australian Open consecutivo, Dylan Alcott. Il padrone di casa ha infatti alzato il trofeo grazie alla vittoria su Andy Lapthorne, nella finale del Quad Wheelchair.


Nessun Commento per “AO 2017 DOPPIO: MATTEK-SANDS E SAFAROVA SUL TETTO DEL MONDO”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.