MATTEO BERRETTINI NON NASCONDE IL SUO DISAPPUNTO

Il numero 1 d’Italia non nasconde il suo disappunto per la controversa decisione dell’ATP
giovedì, 23 Giugno 2022

Tennis. Matteo Berrettini sarà uno dei favoriti per la vittoria a Wimbledon. Il numero 1 d’Italia si è imposto a Stoccarda e al Queen’s, confermando di trovarsi perfettamente a suo agio su questa superficie.

“Vedo la mia famiglia seduta nel box accanto al mio staff, quelli che sono sempre stati con me, il mio allenatore da quando avevo 12 anni, i miei migliori amici. 

Ricordo tutto, la folla che cantava il mio nome, la tensione che ha attraversato il primo set e la finale. 

Ricordo la notte prima della finale, e anche quella dopo: era una follia quel giorno a Londra, perché c’era anche la finale dell’Europeo di calcio tra Inghilterra e Italia. 

Non posso credere che sia già passato un anno“ – ha raccontato Matteo in una lunga intervista a L’Equipe Magazine.

L’azzurro perderà molte posizioni in classifica dopo Wimbledon: “Non mi è piaciuta quella decisione e ancora non mi piace. 

Non credo sia molto giusto. Avrebbero dovuto almeno far sapere ai giocatori cosa stava succedendo. Nessuno ci ha chiamato. 

So che la situazione è complicata, che non è giusto per russi e bielorussi. Ma quando stai per prendere una decisione del genere con conseguenze così gravi, il minimo che puoi fare è ascoltare i giocatori, informarli in anticipo. Sarebbe dovuto andare diversamente.

Da un lato è motivante, dall’altro per niente. Sapere che vincere tre tornei di fila, compreso uno Slam, non basterà a impedirti di scendere dal decimo a più del ventesimo posto… È brutto. […] 

Per quanto riguarda il mio infortunio, ho deciso di saltare il Roland-Garros perché non ero pronto ma non ho accelerato per farcela.

Se avessi saputo prima che a Wimbledon non ci sarebbero stati punti in palio, forse avrei spinto, avrei modificato il mio programma per recuperare qualche punto. 

Sarà difficile, ma so di poter rientrare nella top 10 perché l’ho già fatto prima. Però diciamo che mi sento disarmato. Non importa come gioco, alla fine cadrò in classifica“. 


Nessun Commento per “MATTEO BERRETTINI NON NASCONDE IL SUO DISAPPUNTO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.