MEDVEDEV: “HO ALZATO TROPPO I TONI AGLI US OPEN 2019”

Il tennista russo ha ammesso di aver alzato troppo i toni nei confronti del pubblico di New York due anni fa
sabato, 27 Marzo 2021

Tennis. Pur avendo dovuto rimandare l’obiettivo del primo Slam in carriera, è stato un inizio di stagione positivo per Daniil Medvedev.

Oltre ad aver raggiunto la finale agli Australian Open, il russo ha trionfato a Marsiglia senza aver espresso il suo miglior tennis.

Il fenomeno di Mosca ha annichilito anche il nostro Jannik Sinner lungo il cammino, riscattando la delusione matura a Rotterdam la settimana precedente.

Quella volta penso di aver alzato i toni un po’ troppo – ha dichiarato Medvedev in una lunga intervista concessa alla rivista Forbes (il riferimento è alla diatriba con il pubblico degli US Open nel 2019) – ma dopo qualche partita e molti fischi sono riuscito a portare il pubblico dalla mia parte.

Come? Solo esprimendo il massimo in campo, dando tutto ed essendo me stesso. Avrei potuto fare un plateale mea culpa e ingraziarmi la gente, ma non credo sia un atteggiamento vincente, di sicuro non è funzionale.

Le persone capiscono al volo le falsità, i comportamenti affettati. La miglior pezza per medicare un comportamento sbagliato è rimediare con gli strumenti che ti dà il lavoro, senza inginocchiarsi mendicando comprensione“. 

Medvedev ha siglato numerosi contratti di sponsorizzazione nel recente periodo: “Quando firmo un contratto cerco di impegnarmi almeno sul medio termine. Una scelta che mi permette di organizzarmi meglio e mi rende la vita più facile.

Posso essere sicuro di essere sostenuto su un periodo non troppo limitato e anche l’azienda può aspettarsi la stessa cosa da me.

Avere a che fare con il mondo dei motori è stato naturale, perché amo le auto e ho sempre sognato di guidarne una sportiva, sin da quando ero bambino.

Quando ho iniziato a ottenere qualche risultato la prima macchina che ho acquistato è stata una BMW M4, ed ero veramente felice.”


Nessun Commento per “MEDVEDEV: "HO ALZATO TROPPO I TONI AGLI US OPEN 2019"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.