MEDVEDEV SI ASPETTAVA DI PIÙ DA SE STESSO ALLE OLIMPIADI DI TOKYO

Il numero 2 del mondo si aspettava di più da se stesso in questa edizione dei Giochi Olimpici
sabato, 31 Luglio 2021

Tennis. Era lecito aspettarsi qualcosa in più da Daniil Medvedev alle Olimpiadi di Tokyo, complice anche una superficie molto adatta al su stile di gioco.

La corsa del numero 2 al mondo si è interrotta ai quarti per mano di un ottimo Pablo Carreno Busta.

“Sono davvero sorpreso dal livello di Carreno oggi, al 100%” ha commentato. “Se gioca come ha fatto oggi, può vincere facilmente un torneo Masters 1000. 

Credo non sia mai arrivato in finale nella sua carriera in un ‘1000’. Non so perché, visto che può giocare così bene.

Da parte mia, cerco sempre di fare il massimo. È l’unico modo che ho per ottenere dei risultati. Oggi però lui è stato il migliore” – ha ammesso il vincitore delle ultime ATP Finals.

“Sapevo che volessero ancora farci iniziare alle 11” ha detto il russo, “anche se abbiamo visto tutti ciò che è successo a Badosa e nonostante l’impegno di Novak per farci iniziare alle 15.

Grazie a lui per ciò che ha fatto per i giocatori. Le condizioni oggi erano tanto migliori per giocare a tennis, anche se ho sudato comunque tanto”.

Medvedev è tornato anche sulla recente polemica con il giornalista cileno, che ha fatto il giro del mondo. “D’accordo, magari per via della lingua straniera non ha fatto bene la domanda.

Io ho sempre risposto sempre a tutte le domande, forse un paio di volte ho detto scherzosamente che la domande non fosse granché. 

Per la prima volta non ho risposto. Per me la risposta non è stata professionale. Ad esempio io posso perdere la partita e poi dirti che non è stato professionale spaccare la racchetta, per poi essere multato. 

Ognuno dovrebbe prendersi la responsabilità delle proprie azioni e lui dovrebbe farlo per la domanda che mi ha fatto“.


Nessun Commento per “MEDVEDEV SI ASPETTAVA DI PIÙ DA SE STESSO ALLE OLIMPIADI DI TOKYO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.