MIAMI, TUTTO REGOLARE

A Miami, nessuna sorpresa nella prima giornata riservata ai match di terzo round, con Ferrer, Fish, Isner e Anderson che hanno guadagnato senza problemi gli ottavi di finale
domenica, 27 Marzo 2011

Miami (Florida). Dopo i numerosi colpi di scena dei giorni scorsi, la giornata odierna al Masters 1000 di Miami si è aperta nel segno della regolarità, con tutte le sfide terminate secondo pronostico. Il successo più importante l’ha indubbiamente colto Mardy Fish (14) abile nel superare senza eccessivi problemi il francese Richard Gasquet (17). Lo statunitense è riuscito a contenere alla grande l’estro del rivale, e complice una prestazione non eccellente di uno spento Gasquet, si è imposto in due rapide partite, chiudendo, dopo 1 ora e 31 minuti di gioco, con il punteggio di 6-4 6-3. Lo statunitense potrebbe rivelarsi una delle mine vaganti del torneo, ma prima, se vorrà raggiungere i quarti, sarà costretto a battere uno fra Juan Martin Del Potro e Robin Soderling.

Ferrer soffre, poi dilaga. Pronostico rispettato anche per David Ferrer (6), che ha sconfitto con il punteggio di 6-4 6-2 l’indiano Somdev Devvarman, giustiziere in precedenza di Starace e Raonic. A differenza di quanto dica il punteggio però, la sfida (almeno nel primo set) è stata molto avvincente e combattuta, tanto che il giocatore di Javea è stato costretto per ben due volte a recuperare un break di svantaggio.

Anderson-Isner per un posto ai quarti. Oltre a Fish si è guadagnato un posto nella seconda settimana del torneo di Crandon Park anche un altro statunitense: John Isner. Il gigante della North Carolina, testa di serie numero 30, ha superato senza problemi il connazionale (di origini russe) Alex Bogomolov, il quale, dopo lo stupefacente successo su Murray, non è riuscito a ripetersi, pagando a caro prezzo la scarsa incisività nei turni di risposta. ‘Big John’ ha infatti chiuso la sfida, senza dover fronteggiare palle-break, con il punteggio di 6-2 7-6, cedendo la miseria di nove punti in dieci turni di servizio e mettendo a referto 11 aces. Agli ottavi di finale se la vedrà con Kevin Anderson, il quale non ha avuto problemi nel domare Pablo Andujar. Probabilmente appagato dalle due vittorie (su Tomic e soprattutto Verdasco) ottenute sul cemento di Miami – non certo la superficie a lui più congeniale – Andujar non è praticamente mai entrato in partita, conquistando cinque games (6-2 6-3) e raccogliendo soli 7 punti in risposta.


Nessun Commento per “MIAMI, TUTTO REGOLARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • JMDP PESCA MALE Negli ottavi del Masters 1000 di Miami Fish sorprende Del Potro, imponendosi in due set. Prossimo avversario David Ferrer, facilmente a segno su Granollers. Kevin Anderson fa fuori Isner
  • VA SPEDITO FISH A Miami lo statunitense supera in due sets anche David Ferrer, centrando la quarta semifinale della carriera in un Masters 1000. Da lunedì sarà il nuovo numero uno degli States, dopo otto […]
  • FISH, ENNESIMA SCOPPOLA A Houston esce negli ottavi il numero 9 del mondo, sconfitto 6-3 6-1 da Michael Russell. Successo in rimonta per John Isner, che si impone 6-7 6-4 6-2 contro Horacio Zeballos. Avanza […]
  • INARRESTABILE FERRER David "mata" Fernando Verdasco (6-1 6-2) e centra il 3° trionfo consecutivo ad Acapulco. Nel 2012 ha vinto più di tutti (3 titoli) grazie ad uno score di 18 vittorie e una sconfitta […]
  • SEPPI AL TERZO TURNO, INCUBO LORENZI TENNIS – A Indian Wells, il numero 1 d’Italia raggiunge comodamente il terzo turno superando in due set il tedesco Daniel Brands. Fuori Paolo Lorenzi tra mille rimpianti: Gilles Simon lo […]
  • RANKING ATP: POSIZIONI STABILI Nessuna modifica nella top 10: aperta la sfida Djokovic-Nadal. Intanto John Isner insidia Andy Roddick, ma il miglior americano è Mardy Fish.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.