MIAMI: FUORI SUBITO MARIA SHARAPOVA, BENE WOZNIACKI

La terza giornata al Miami Open si conclude con la sorprendente uscita di Maria Sharapova sconfitta dalla sua connazionale Daria Gavrilova. Out anche Karin Knapp battuta da Ekaterina Makarova.
giovedì, 26 Marzo 2015

Tennis. Chi sopravvive invece a questa terza giornata è Caroline Wozniacki: la danese ha conquistato il match in appena 56 minuti di gioco, eliminando la statunitense Madison Brengle con un netto 6-0, 6-1. Avanti anche Venus Williams che si è imposta su Urszula Radwanska per 6-3, 6-2. Non riesce invece l’impresa di Karin Knapp che dopo l’ottimo esordio viene sconfitta da una buona Ekaterina Makarova per 6-1, 6-3.

Secondo turno amaro per la russa numero 2 del seeding eliminata dalla 21enne connazionale, con nazionalità anche australiana, Gavrilova: in un primo set rocambolesco, la Sharapova è costretta a variare molto il gioco contro un’avversaria decisa a combattere e a riprendere ogni palla possibile. Così tra colpi da fondo e discese a rete chi si porta in vantaggio è la Gavrilova: sul 5-4 ha la possibilità di aggiudicarsi subito il set, ma Maria non ci sta: si va al tiebreak. Qui tra errori della Sharapova e la tenacia della Gavrilova si chiude il parziale per 7-4 conquistato dalla giovane russa. Nel secondo set il match è più a senso unico: continua il momento positivo per Daria, mentre Maria non riesce a sbloccarsi dal suo momento negativo, così sul 5-3 la Gavrilova sfrutta la possibilità di chiudere subito il match e tra salti di gioia va a stringere la mano alla sua avversaria. Prima vittoria contro una top10 per Daria e prima vittoria all’Open di Miami.

Agnieszka numero 7 del seeding è la prima a scendere in campo opposta alla slovacca Schmiedlova: qualche occasione mancata dalla polacca, in particolare nel secondo parziale dove non sfrutta un vantaggio e si trova costretta a servire per rimanere nel set. Alla fine, forse, a fare la differenza è stato un pizzico di esperienza in più che è servito alla Radwanska per chiudere il match.
“Non avevo mai giocato contro di lei quindi non sapevo cosa aspettarmi; naturalmente mi ha costretta a dare il 100% alla fine.” ha dichiarato Agnieszka a fine partita.

Tra gli altri match, la numero 9 del seeding Andrea Petkovic mette completamente ko la statunitense Christina McHale: 6-2, 6-2 il risultato imposto dalla tedesca che si riprende bene dopo la sconfitta contro Lesia Tsurenko al secondo turno di Indian Wells. Ora la Petkovic trova la francese Kristina Mladenovic che ha battuto Barbora Zahlavova Strycova per 7-5, 6-2.
Tutto facile anche per Carla Suarez Navarro che si è imposta sulla qualificata Stefanie Voegele per 6-3, 6-1; avversaria francese anche per lei che affronterà Alize Cornet. Quest’ultima ha battuto la russa Elena Vesnina per 6-4, 6-1.
La sorpresa del torneo femminile invece continua ad essere la 17enne spagnola Paula Badosa Gibert che dopo aver eliminato al primo turno Petra Cetkovska, ha superato oggi per 6-1, 7-5 la cinese SaiSai Zheng (entrata in tabellone grazie al forfait di Shuai Peng).
Avanti al terzo turno anche Karolina Pliskova, prossima avversaria della Gibert, che vince rimontando su Annika Beck: 2-6, 6-3, 6-4 il risultato. Vittoria in rimonta anche quella di Irina-Camelia Begu che dopo aver perso il primo set per 7-5 contro Tereza Smitkova, recupera conquistando i restanti due per 6-4, 6-4.

Esce dal torneo la numero 28 del seeding Varvara Lepchenko battuta per 6-2, 6-4 da Kaia Kanepi che ora dovrà sfidare Caroline Wozniacki. Out anche Caroline Garcia eliminata da Kurumi Nara per 6-3, 7-6.

Foto: stretta di mano tra Maria Sharapova e Daria Gavrilova (zimbio.com)


Nessun Commento per “MIAMI: FUORI SUBITO MARIA SHARAPOVA, BENE WOZNIACKI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.