MIAMI, LE PAGELLE. SERENA CANNIBALE, LI OK. MASHA CHE HAI?

Tennis. Serena Williams si conferma donna dei record. Bene la cinese Na Li nonostante la sconfitta in finale. Sharapova e Cibulkova attese a prossimi appelli. Male le italiane.
lunedì, 31 Marzo 2014

Tennis. A  Miami si riconferma regina indiscussa delle ultime sette edizioni la straripante Serena Williams. La donna dei record, potremmo chiamarla così senza timore d’essere smentiti, batte anche Andre Agassi (fermo a quota sei successi in Florida) e straccia in due set la cinese Na Li in finale 7-5 6-1

SERENA WILLIAMS 10 Siamo di fronte alla più grande giocatrice di sempre? Alcuni non hanno particolari esitazioni nel rispondere a questo quesito che si ripropone di vittoria in vittoria ma i numeri ancora non confermano questa tesi. Siamo certi ad ogni modo che, continuando così, stracciando, sfiancando e battendo a mani basse le sue avversarie il ciclone Serena si abbatterà anche su questo prossimo traguardo non poi così lontanissimo. Restando alla stretta attualità con il Sony Open Tennis (ricordiamo il settimo) sono due i titoli nel 2014 portati a casa. Una curiosità, la cinese Na Li non batte Serrena da ben sei anni. Undicesimo successo nei 12 match disputati contro l’asiatica. Ci arrendiamo?

NA LI 8  Se non fosse per la Williams chi riuscirebbe a contrastare il magic moment della cinese Na Li? Anche questo è un gran bel quesito. Si, davvero un bel rebus da sciogliere quello appena citato, anche perchè con il calo pauroso di Maria Sharapova e le prestazioni altalenanti della Cibulkova e la Radwanska non riusciamo proprio ad intravedere chi, al momento, e sottolineiamo al momento, potrebbe riuscire a far partita pari con l’asiatica. Torneo davvero ben giocato, dove ha sconfitto con relativa facilità la Keys, la Suarez Navarro, dominato contro la Wozniacki  e sofferto il giusto contro la Cibulkova. Voti altissimi.

CIBULKOVA 7 Per la numero 10 del seeding un torneo di conferme. Sbarazzatasi della Meusburger e della Cornet ha avuto il merito di portare a casa il match con la Williams in difficoltà delle due, Venus. Dopo tre set abbastanza ben giocati ma dispendiosi dal punto di vista fisico è riuscita anche a strappare il pass per le semifinali lasciando nello sconforto Agnieska Radwanska. Il match contro Na Li l’ha vista soccombere ma abbiamo di sicuro ritrovato una giocatrice molto solida. Conferme.

SHARAPOVA 6,5 Quando parliamo di Maria Sharapova, la Sharapova degli ultimi tempi, siamo piuttosto in difficoltà. Il perchè è presto detto. La campionessa russa alterna prestazioni sfavillanti a rese che lasciano l’amaro in bocca. I maligni continuano ad insinuare che l’affaire con Dimitrov la stia trascinando lontano dal tennis ma siamo sicuri che non sia così. Un torneo solido per la giocatrice siberiana, questo si ma con il neo di non aver saputo resistere all’uragano Serena. A parziale giustificazione della stessa c’è da dire che giocare contro la sette volte campionessa qui in Florida non è assolutamente impresa facile. Rimandata.

MARTINA HINGIS (E SABINE LISICKI) VOTO 8 La svizzera torna a vincere in doppio a Miami 16 dopo l’ultima volta, in coppia con la bionda Sabine Lisicki, che si candida, forse, ad emulare un’altra bionda che in coppia con la Hingis ha fatto faville, ovvero Anna Kournikova. Le due hanno battuto in finale la coppia Makarova-Vesnina, una delle più quotate del circuito, dimostrando che una campionessa come Martina, è in grado di battere giocatrici di livello medio-alto, indipendentemente dal tempo che passa e a dispetto della lunga inattività. Se questo trionfo spingerà la ex numero uno a tornare con più frequenza in campo, magari anche in singolare, ce lo dirà soltanto il tempo, ma una decisione del genere sarebbe sicuramente un evento eccezionale per il circuito femminile, da molto tempo orfano di grandi personaggi.

Male la Errani (5) e la Pennetta (5.5), uniche due italiane presenti al Sony Open Tennis. Sara è stata sconfitta al terzo contro Ekaterina Makarova mostrando qualche limite al servizio ed una condizione fisica non esattamente scintillante. Flavia Pennetta non è riuscita a confermarsi sul cemento della Florida dopo l’exploit di Indian Wells, battuta senza riserve da una pimpante Ana Ivanovic in due set tutto sommato agevoli.


Nessun Commento per “MIAMI, LE PAGELLE. SERENA CANNIBALE, LI OK. MASHA CHE HAI?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.