MIAMI OPEN, SARÀ LA VOLTA DI SERENA?

Dopo aver perso a Melbourne e Indian Wells, la Williams punta a far suo il Miami Open. Ma la concorrenza, anche stavolta, sarà agguerrita
lunedì, 21 Marzo 2016

TENNIS – Archiviata la scorpacciata di Indian Wells, è tempo di attraversare per intero gli States ed atterrare in Florida, dove prenderà il via il Miami Open. Il day-one della rassegna femminile è previsto per mercoledì, ma già è possibile dare una prima lettura di quel che sarà. Con l’auspicio di condire i pronostici con tanto spettacolo e tante battaglie, come quelle di inizio stagione.

Sui campi di Key Biscayne è particolarmente difficile tracciare un’effettiva griglia di partenza delle favorite. Sulla carta, ci ha pensato il tabellone della racchetta rosa, che per ovvi motivi di ranking piazza Serena Williams in cima alla gerarchia. In realtà, l’inizio di stagione ha regalato pochi sorrisi alla dominatrice del circuito WTA, considerando la doppia sconfitta nei due maggiori tornei fin qui disputati: il ko degli Australian Open contro Angelique Kerber e la fresca battaglia persa in California contro Vika Azarenka, dopo un anno che l’ha vista ad un passo dal Grande Slam, rischia di sovvertire le previsioni finora a favore dell’americana. La corsa per il titolo di Miami, quindi, non vede più quel plebiscito ipotizzabile fino a qualche mese fa.

Proprio le due giocatrici che hanno battuto Serena nel 2016 sono da considerare le sue principali avversarie. Angie sarà la numero 2 del main draw e rischia di incontrare Pliskova o Bencic nei turni successivi. Vika, invece, partirà da numero 13 e sarà dal suo stesso lato, dando un piccolo vantaggio alla prima della classe con un ipotetico scontro nelle ultime fasi del torneo. Massima attenzione, però, anche per Aga Radwanska e Garbine Muguruza, che non intendono recitare la parte delle comparse. Discorso più delicato per Simona Halep, che dovrà riscattarsi dopo diverse prestazioni disastrose, e per Petra Kvitova, chiamata a riconquistare il posto che le compete sia nel ranking sia nelle fasi principali dei grandi eventi.

E le italiane? Le maggiori speranze azzurre sono riposte in Roberta Vinci, nona forza del tabellone di Miami. Il cammino, tuttavia, si presenta tutt’altro che agevole, considerando i possibili incroci che attendono la tarantina: probabile esordio contro Genie Bouchard, poi toccherà affrontare Madison Keys. Lisicki e Bencic allo step successivo, poi confluirà nel percorso della Kerber o di colei che riuscirà ad arrivare ai quarti. Sulla stessa strada potrebbe nascere un derby italiano, con Sara Errani che occupa la posizione 14 nella griglia delle teste di serie, ma il discorso fatto per la Vinci vale anche per la bolognese. Dal tabellone preliminare potrebbe giungere anche Francesca Schiavone, ma al momento la truppa di casa nostra può basarsi solo sull’ex corazzata del doppio.

Con le outsider pronte a giocarle un tiro mancino, Serena Williams rimane quindi la candidata principale al successo in Florida. C’è un titolo da difendere per la tennista statunitense, ma le prime battute dell’anno lasciano intendere che la concorrenza potrà contare su molte più speranze. Da mercoledì parte ufficialmente la corsa al Miami Open, sperando che anche le azzurre possano conquistarsi un ruolo da protagoniste all’interno della manifestazione americana.

Clicca qui per il tabellone completo


Nessun Commento per “MIAMI OPEN, SARÀ LA VOLTA DI SERENA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.