MIAMI, VINCI VITTORIA DI NERVI, ERRANI SUPER

TENNIS - La tarantina vince un complicatissimo incontro con Suarez-Navarro conquistando il primo ottavo di finale a Miami dove affronterà Alize Cornet. Sarita in nottata si mangia Simona Halep e vola allo scontro con Ana Ivanovic.
lunedì, 25 Marzo 2013

Tennis. Miami (Florida). Ultima giornata di terzo turno al Wta di Miami e non si può dire che non sia stata buona e soddisfacente per le tenniste azzurre. Sia Roberta Vinci che Sara Errani si sono aggiudicate l’accesso agli ottavi di finale sebbene in modalità del tutto diverse. Se infatti la testa di serie numero 8 Sarita ha fatto un sol boccone della rivale odierna Simona Halep, Roberta Vinci ha impiegato quasi due ore e mezza per avere ragione della molto ostica Carla Suarez-Navarro.

I due match avrebbero dovuto iniziare quasi in contemporanea, ma il protrarsi degli incontri sul Court 1 ha fatto si che quello della Errani subisse uno scalamento notevole, avendo avuto inizio ben oltre l’una di notte (ora italiana). La prima a cominciare è stata dunque la tarantina che ha dato vita con la rivale iberica ad una gara molto combattuta, con un numero di break consistente da una parte e dall’altra, in cui a prevalere è stata probabilmente la maggior sagacia tattica della cichi. Come detto Suarez-Navarro giocatrice sempre molto temibile dotata di gran tecnica e di un fantastico rovescio ad una mano, sebbene molto incostante. Difatti i precedenti incroci con l’azzurra riportavano una netta supremazia della spagnola che aveva vinto tutti e tre gli scontri diretti. La partita alla fine sarà molto condizionata dal vento che ha accompagnato un po’ tutti i match in programma. Il primo set procede a sprazzi, Vinci breakka praticamente subito, ma si fa riacciuffare dalla spagnola nel game seguente. La prima a tenere il servizio è proprio la Navarro che rintuzza gli attacchi dell’azzurra e va 2-1. Da subito emerge quello che sarà il filo conduttore della partita con l’iberica che va a sollecitare spesso e volentieri il rovescio dell’avversaria la quale a sua volta fa molto, si potrebbe dire quasi esclusivo, uso del suo temibile back che, soprattutto quando viene tirato in lungolinea, getta nel panico Navarro. Quest’ultima cerca l’allungo quando ruba di nuovo il servizio ad una Vinci distratta e scappa 3-1. La formidabile doppista pur andando sotto 40-0 nel gioco successivo continua a lottare e riesce nell’impresa di capovolgere la situazione grazie proprio al back in lungolinea che porta sempre scompiglio dall’altra parte della rete. La tarantina ha modo così di infilare 3 giochi consecutivi recuperando dal 1-3 al 4-3 e servizio. Una Navarro super in difesa però riporta la situazione in parità strappando un servizio sfortunato dell’azzurra e ribaltando il 40-15 inziale. Perfetto equilibrio fino al 6-5 spagnolo e servizio Vinci, quando la furia rossa guadagna tre set point, sprecando i primi due, ma senza fallire quello decisivo. La cichi manda infatti un rovescio in rete consegnando il primo set all’avversaria che si porta avanti 7-5.

Il vento come detto gioca un ruolo importante sebbene Navarro sembri soffrirne di meno. Dopo aver tenuto il primo durissimo turno di servizio, protrattosi ai vantaggi, Vinci ottiene anche un’importante break che la fa salire 2-1. Break confermato subito dopo e raddoppiato grazie ad un altro turno di risposta molto aggressivo che le consente di rubare di nuovo il servizio stavolta a zero. Per la prima volta l’italiana allunga attestandosi sul 4-1. Prima della chiusura del parziale c’è spazio per la piccola riscossa iberica con Navarro che sul 5-2 recupera un break e cerca di rifarsi sotto infilando 3 giochi di seguito. Nulla da fare però Roberta chiude a zero con il servizio e rimette tutto in discussione, 6-4.

L’ultimo set comincia in modo non molto incoraggiante, Vinci perde in malo modo il servizio con un doppio fallo finale consentendo all’avversaria di salire 2-0. Non si fa attendere però la risposta della nostra tennista la quale evita che il divario si allarghi, approfitta di un turno di servizio povero di prime della spagnola e si rifà sotto 2-1. Immediatamente dopo l’azzurra porterà a casa il game più duro e lungo della partita giocato sul suo servizio che però le consente di pareggiare i conti. La tarantina è sempre temibile in risposta, ma la spagnola le tiene botta. Dopo uno scambio di break arriva finalmente quello decisivo che parla italiano. Sul 3 pari infatti l’azzurra si costruisce l’ennesima palla break che riesce a sfruttare grazie ad un rovescio dell’avversaria affossato in rete. Dopo aver confermato il break, portatasi 5-3, Vinci ha l’opportunità di chiudere il match sul servizio iberico grazie a ben 3 match point che una Navarro mai doma annulla conservando intatto il turno di battuta. L’appuntamento con la vittoria è però rimandato di qualche minuto: l’italiana infatti si costruisce altre due palle break con il servizio e chiude i conti con un ace. 5-7 6-4 6-4 l’esito finale che arride alla nostra numero 15 del ranking. Roberta Vinci approda per la prima volta agli ottavi di Miami dove potrà usufruire del buco lasciato dal forfait di Victoria Azarenka. Sarà difatti Alize Cornet la sua prossima avversaria. C’è dunque di che sperare.

Se una cichi vince soffrendo e sudandosi la promozione agli ottavi, l’altra ottiene il medesimo risultato passeggiando sul campo ed asfaltando l’avversaria odierna. Una Sara Errani davvero famelica infatti si è assicurata i sedicesimi scherzando la 21enne romena Simona Halep. Si trattava del primo incrocio ufficiale tra le due e non si può dire altro se non che non vi è stata mai partita. La numero uno italiana ha lasciato infatti la miseria di un game alla povera avversaria. Per tutti i 48 minuti del match Halep è stata totalmente in balìa di una Sarita ottima al servizio ed efficace in risposta. 6-1 6-0 il severo score finale. Trattasi della 23esima vittoria della bolognese del 2013, nessuna collega ha fatto meglio, la stessa Agnieszka Radwanska è per ora ferma a 21. Vittoria che inoltre la lancia allo scontro con Ana Ivanovic per assicurarsi un posto tra le migliori otto.

DI seguito i risultati:

Roberta Vinci [15] d Carla Suarez-Navarro [20] 5-7 6-4 6-4

Sara Errani [8] d Simona Halep 6-1 6-0


Nessun Commento per “MIAMI, VINCI VITTORIA DI NERVI, ERRANI SUPER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FUORI ERRANI E VINCI, RADWANSKA E HALEP AVANTI TENNIS - Nulla da fare per la numero uno azzurra che prende un doppio 6-3 da Bouchard ed abbandona il torneo. Idem per la tarantina che si fa rimontare da Dellacqua. A parte loro avanzano […]
  • RANKING WTA: LI NA E RADWANSKA SUL PODIO Cambia il podio del ranking Wta. Dietro l’irraggiungibile Serena Williams, salgono la cinese Li Na seguita dalla polacca Radwanska. Scende Sara Errani scivolata dal settimo al decimo posto.
  • VINCI ED ERRANI SI, SCHIAVONE NO, AZARENKA KO TENNIS - In una Miami ricca di presenze italiane, Roberta Vinci e Sara Erani superano il secondo turno. La tarantina strappa il successo al terzo set contro la statunitense McHale, mentre […]
  • BUON ESORDIO PER VINCI. ERRANI KO Roberta Vinci lotta un set prima di superare la bulgara Tsvetana Pironkova per 7-5 6-1 e approdare al 3° turno del WTA di Miami. In serata Sara Errani cade al primo ostacolo, finendo per […]
  • MIAMI: FUORI CAMILA GIORGI AL PRIMO ROUND, OK SCHIAVONE Esce al primo round del torneo di Miami Camila Giorgi sconfitta dalla statunitense Brengle in due set. Ottime notizie invece per Francesca Schiavone che passa il primo turno delle qualificazioni
  • WTA MIAMI, PER SARITA C’È DI NUOVO SHARAPOVA TENNIS - Il main draw femminile di Key Biscayne vede il ritorno in campo di Serena Williams e Na Li impegnate nello stesso quarto di tabellone. Masha ancora dalla parte di Errani, Vinci […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.