MONTECARLO: ESORDIO OK PER FABIO FOGNINI, SUBITO FUORI GULBIS

L'azzurro ha battuto nettamente Jerzy Janowicz 6-3 6-1, il lettone invece è stato spazzato via 6-0 6-1 da Haider Maurer. Avanti anche Isner Goffin, Kohlschreiber, Dolgopolov e Sousa
lunedì, 13 Aprile 2015

TENNIS – Non è mancata qualche sorpresa in questa giornata di primo turno del Masters 1000 di Montecarlo, ma a confortare gli appassionati italiani sono le buone notizie in arrivo da Fabio Fognini, autore di una prova molto convincente nel 6-3 6-1 con il quale ha liquidato Jerzy Janowicz (ora l’azzurro al secondo turno incontrerà il vincente del match tra Verdasco e Dimitrov).

Il polacco non è sembrato certamente quello dei giorni migliori, ma Fabio è tornato ad esprimere un buon tennis dopo le delusioni dei mesi scorsi  (a partire dalla Coppa Davis fino a quelle del cemento americano) e la speranza è che su questa vittoria possa costruire una bella seconda parte di stagione. Nella prima fase del match il servizio è stato tutt’altro che un fattore, tanto che nei primi cinque game si sono materializzati altrettanti break, ma Fognini è stato bravo a tenere il primo turno di battuta proprio nel sesto gioco, che gli ha permesso di andare avanti 4-2 e mettere in ulteriore difficoltà il polacco. Poi dopo essere salito sul 5-3 con disinvoltura, l’azzurro ha strappato nuovamente il servizio all’avversariom e alla prima opportunità ha chiuso il primo parziale sul 6-3.

Nel secondo invece Fabio ha dovuto “tremare” solo in apertura, quando è stato costretto a salvare una palla break sul 30-40, ma da quel momento ha ripreso a comandare il gioco e, dopo un quarto game molto combattuto, alla terza possibilità ha ottenuto il break del momentaneo 3-1. Subito dopo, nonostante fosse andato agevolmente sul 40-0, si è fatto rimontare e ha dovuto anullare una palla del possibile 2-3, ma nel sesto game è stato ancora una volta Fognini a mettere pressione in risposta al suo avversario, e Janowicz è stato costretto a cedere nuovamente la battuta e adire addio a qualsiasi speranza. Sul 5-1 quindi, Fabio ha servito per l’incontro e al primo match point ha mandato in archivio una vittoria che gli dà sicuramente fiducia all’alba della stagione sulla terra rossa.

 ALTRI RISULTATI

Nelle alte sfide di giornata, nessun problema per John Isner (doppio 6-4 a Steve Johnson) e Bautista Agut (netto 6-0 6-2 ai danni di Benjamin Becker), mentre a fare “rumore” è stato il tonfo di Ernest Gulbis, battuto nettamente 6-1 6-0 da Haider Maurer in meno di un’ora, in una partita in cui la testa di serie numero 13 ha commesso addirittura 41 errori non forzati. Molto più avvincente invece è stato il match tra Dologopolov e Borna Coric, vinto dall’ucraino in tre set (7-5 6-7 6-2) al termine di un incontro in cui, dopo l’equilibrio dei primi due parziali, in quello decisivo ha pesato l’inesperienza del giovane talento croato. Dopo essere andato sotto di un break infatti, Coric ha avuto imemdiatamente tre palle consecutive per il contro break, ma si è fatto rimontare dallo 0-40 in suo favore permettendo a Dolgopolov di rimanere avanti nel punteggio. Scampato il pericolo quindi l’ucraino ha chiuso i conti con personalità e ora aspetta il vincente del match tra Monfils e Kuztnetsov.

Molto singolare invece è stata la vicenda di Robin Haase: l’olandese aveva perso nelle qualificazioni da Ramos Vinolas, e oggi all’ultimo momento è rientrato nel tabellone principale del torneo (da lucky loser) per riaffrontare proprio lo spagnolo a causa del forfait di Denis Istomin: anche l’uzbeko era un lucky loser dopo il ritiro nelle qualificazioni durante il match contro Gombos, ma evidentemente dopo il “ripescaggio” ha sperato di recuperare in tempo per il match di primo turno, salvo poi cedere proprio pochi minuti prima di giocare. Haase quindi è sceso in campo per provare a “vendicare” la sconfitta delle qualificazioni, ma Ramos Vinolas si è imposto nettamente 6-1 6-1, probabilmente anche perché l’olandese non si è potuto preparare al meglio per la partita.

Passando alle altre sfide poi, Benoit Paire ha battuto Denis Kudla 6-3 7-6, Kohlschreiber si è sbarazzato di Kukushkin con un doppio 6-4, Joao Sousa ha eliminato Roger-Vasselin in tre set (6-1 3-6 6-0), David Goffin ha sconfitto Gombos 6-1 6-4 e Stakhovsky ha avuto la meglio sullo spagnolo Carreno Busta dopo un match molto equilibrato chiuso sul 7-6 4-6 6-4.

Nella foto Fabio Fognini al servizio nel match contro Janowicz (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “MONTECARLO: ESORDIO OK PER FABIO FOGNINI, SUBITO FUORI GULBIS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.