MONTREAL, NADAL RAGGIUNGE RAONIC IN FINALE

Gran battaglia sul cemento canadese: Djokovic va in svantaggio, rimonta e cede di schianto al tie-break del terzo set. Stasera la finale tra lo spagnolo e l'idolo di casa.
domenica, 11 Agosto 2013

TENNIS – Si conclude il programma delle semifinali della Rogers Cup. L’ultimo pass per la finale di Montreal è conteso da Novak Djokovic e Rafael Nadal: sul cemento canadese, lo spagnolo riesce ad avere la meglio grazie ad una battaglia durata 2h31′ e conclusa al tie-break del terzo set. Rafa vola a giocarsi un Masters 1000 dopo la sconfitta di Montecarlo e le vittorie di Indian Wells, Roma e Madrid.

Il match è combattuto già dalle primissime fasi: Djokovic serve per primo e perde immediatamente il servizio a 30, ma accelera in maniera pesante sul successivo servizio del tennista di Manacor: l’impresa non riesce e Nadal vola 2-0 ai vantaggi. Entrambi mantengono agevolmente il servizio fino al settimo game, quando il serbo accusa un nuovo calo e cede la battuta: l’iberico vola 5-2 e va a servire per il set, ma Djokovic ha lo scatto d’orgoglio del numero uno in svantaggio e rimane nella partita. Questo è però l’unico break recuperato: Nole arriva fino al 4-5, poi Nadal chiude 6-4 senza affanni sul servizio.

Nel secondo set c’è più concentrazione al servizio: uno sa di non dover sbagliare per rimanere in corsa, l’altro punta a tenere la battuta e tentare il colpo nel finale. Si scivola via senza sussulti fino all’ottavo game, quando Djokovic strappa il servizio a Nadal e vola 5-3. Nel momento decisivo Nole sembra cadere sotto i colpi dell’incertezza: concede una palla break all’avversario, quella che riporterebbe il set in equilibrio, poi l’annulla e chiude ai vantaggi. Tutto come prima.

Il terzo set dura oltre un’ora. Nessun colpo sul servizio dell’avversario, sia Djokovic che Nadal mantengono una calma e una determinazione incredibile nonostante la posta in gioco e le temperature. Solo il serbo concede due palle break all’ottavo gioco, ma riesce ad annullarle e ad avviarsi al tie-break. Il motore del numero uno si inceppa proprio all’ultima curva: sei punti da dimenticare, Nadal ottiene altrettanti match point e chiude la pratica con un 7-2 senza appello. Il punteggio finale è 6-4 3-6 7-6.

Lo spagnolo conferma il trend positivo contro il serbo: 21-15 negli eventi ufficiali, ma la battaglia sul cemento vede Djokovic avanti 11-6. Adesso la finale con l’idolo di casa Milos Raonic, che in semi ha battuto Pospisil nel match precedente. Appuntamento a stasera alle 21 italiane.


Nessun Commento per “MONTREAL, NADAL RAGGIUNGE RAONIC IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.