PIOGGIA DI SORPRESE

Giornata ricca di emozioni per i tornei Atp di Mosca e Stoccolma. In Russia sono caduti Dolgopolov e Muller, in Svezia Wawrinka e Chela, mentre Monfils ha rischiato davvero grosso contro un buon Tomic
giovedì, 20 Ottobre 2011

Stoccolma (Svezia). Dopo la grande vittoria ottenuta a Shanghai contro Mardy Fish, il giovane australiano Bernard Tomic è arrivato molto vicino a battere anche Gael Monfils, altro top10, ma il successo gli è sfuggito di mano a un passo dal traguardo. Nel secondo turno del ‘250’ di Stoccolma, infatti, il diciottenne di Gold Coast si è arreso con il punteggio di 6-4 6-7 6-4, lasciandosi rimontare sul più bello, e vedendo perciò sfumare la possibilità di impreziosire il suo 19esimo compleanno (domani) con un risultato di raro prestigio. La sfida di Tomic, sino a quel momento piuttosto passivo, ha preso il via nelle fasi finali della seconda frazione, conquistata per 7-4 al tie-break, e l’ha visto trovare in apertura di terzo il (suo) primo break dell’incontro. L’ha condotto senza esitazioni sino al 4-2, quando Monfils ha concesso una palla del doppio break, dal forte sapore di match-point. Ma Bernard non l’ha convertita, e il suo ‘sogno’, di fatto, è finito lì. Il francese l’ha infatti prima riagguantato e poi superato, raggiungendo i quarti. L’impressione, però, è che vittorie di questo genere, per Tomic, siano solo rimandate. A un futuro nemmeno troppo lontano, anzi! Per il transalpino prossima sfida con il sudafricano Kevin Anderson, a segno ieri, in rimonta (6-7 6-4 6-4), sul tedesco Tommy Haas.

Dimitrov e Nieminen protagonisti. A differenza di Tomic, è riuscito a portare a casa il suo incontro un altro dei ‘predestinati’ del circuito mondiale: Grigor Dimitrov. Il ventenne bulgaro, dopo il successo di ieri su Ryan Sweeting (6-3 6-1), è riuscito a estromettere con il punteggio di 6-2 5-7 6-1 anche la quarta testa di serie Juan Ignacio Chela, uno che – a dispetto di quanto si possa pensare – sul cemento non è affatto l’ultimo arrivato. Avversario di domani il canedese Milos Raonic, che ieri ha regolato con un doppio 6-3 Philipp Petzschner. Ancor più prezioso lo scalpo collezionato dal finlandese Jarkko Nieminen, che si è imposto per 6-3 6-4 sul numero 3 del seeding Stanislas Wawrinka, apparso piuttosto sottotono e meno inciviso del solito. Ai quarti se la vedrà con Tobias Kamke, che quest’oggi, nel derby fra qualificati tedeschi, non ha avuto problemi a superare il connazionale Sebastian Rieschick (253 Atp), già bravo a raggiungere il secondo round.

Mosca: eliminati Dolgopolov e Muller. Due anche le teste di serie cadute in quel di Mosca, dove hanno salutato il tabellone principale della Kremlin Cup il numero tre del seeding Alexandr Dolgopolov e il numero sette Gilles Muller. L’ucraino si è arreso con il punteggio di 6-3 7-6 al qualificato francese Jeremy Chardy, già giustiziere di Potito Starace, mentre il lussemburghese ha trovato un ostacolo troppo difficile in Philipp Kohlschreiber, che l’ha battuto con la sua stessa arma migliore: il servizio. Dodici gli ace messi a segno dal tedesco, che ha chiuso senza mai subire break e con soli dieci punti persi in undici turni di battuta. Quarti di finale raggiunti anche dal numero uno del seeding Janko Tipsarevic che, dopo aver ceduto il primo set al campione dell’edizione 2008 Igor Kunitsyn, ha cambiato decisamente marcia, concedendo un solo gioco nei rimanenti due parziali (6-7 6-1 6-0).

Domani i quarti di finale. Per lui prossima sfida con Dmitry Tursunov (6), a segno con il punteggio di 6-3 7-6 su Julien Benneteau.  Gli altri due quarti di finale, già delineati nella giornata di ieri, vedranno invece affrontarsi Nikolay Davydenko e Michael Berrer, a segno rispettivamente sul russo Teimuraz Gabashvili (7-5 6-2) e sul nostro Andreas Seppi (4-6 6-3 6-2), e Alex Bogomolov Jr. e Viktor Troicki. Il primo ha sofferto parecchio anche al secondo turno, riuscendo però a imporsi sul kazako Mikhail Kukushkin (6-4 3-6 6-4), mentre il secondo favorito del torneo (e campione in carica) ha iniziato la sua corsa alla difesa del titolo regolando con un doppio 6-4 lo spagnolo Pere Riba.


Nessun Commento per “PIOGGIA DI SORPRESE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MONFILS DISINNESCA RAONIC Approfittando di una prestazione non eccellellente al servizio da parte del rivale, il transalpino ha raggiunto l'ultimo atto a Stoccolma. Sfiderà Nieminen, a segno su Blake. A Mosca […]
  • TIPSAREVIC CI PRENDE GUSTO Dopo aver vinto, tre settimane or sono a Kuala Lumpur, il primo titolo in carriera, il serbo si è subito ripetuto a Mosca, superando il campione uscente Viktor Troicki. A Stoccolma Gael […]
  • RAONIC TORNA A FAR PAURA A Stoccolma il canadese ha battuto senza problemi Dimitrov, tornando in semifinale dopo il brutto infortunio all'anca. Vince Jarkko Nieminen, forfait di David Nalbandian. Tutto secondo […]
  • STARACE BEFFATO DA CHARDY A Mosca l'azzurro ha lottato punto su punto col rivale francese, arrendendosi al tie-break del terzo set. Bene Tursunov, Muller e Bogomolov. A Stoccolma vincono Anderson e Dodig, eliminato Robredo
  • LA PRIMA SINFONIA DI DIMITROV. TRIONFANO ANCHE GASQUET E HAAS TENNIS - Finalmente il primo acuto del giovane bulgaro che a Stoccolma rimonta il set di svantaggio a Ferrer inaugurando la sua personale bacheca. A Mosca Gasquet vince un duro match […]
  • FOGNINI AI QUARTI A VIENNA, AVANTI TSONGA TENNIS - Prima volta ai quarti di finale di Vienna per il ligure grazie alla vittoria in due set su Lukasz Kubot. Alla Kremlin Cup Gasquet batte il padrone di casa Donskoy e continua la […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.