MOSCA: ROBERTA VINCI PIEGA LA VESNINA, ORA C’E’ KUZNETSOVA

TENNIS - A Mosca Roberta Vinci recupera un break di svantaggio a Elena Vesnina e ottiene una sudata vittoria. Ai quarti l’azzurra affronterà Svetlana Kuznetsova. Emozionante successo di Alisa Kleybanova su Carla Suarez Navarro. A Lussemburgo Eugenie Bouchard cede ad Andrea Petkovic.
mercoledì, 16 Ottobre 2013

Mosca. Prosegue la corsa di Roberta Vinci alla “Kremlin Cup”. L’azzurra ha recuperato un set di svantaggio alla russa Elena Vesnina per poi agguantare una sofferta vittoria dopo due ore e cinque minuti di gioco. Se Elena Vesnina può contare sul tifo dell’Olympic Stadium e su un avvio di match ineccepibile, tanto da siglare un netto 6-2 in appena trentadue minuti, nel secondo set l’incontro cambia faccia: fallosissima la russa, più centrata la tarantina che si sigla un confortante 6-1. Se nel terzo set la Vesnina prosegue nel suo tran tran di vincenti e gratuiti senza mai produrre gioco, Roberta Vinci si fa attenta e, seppure nonostante non riesca a mantenere un break di vantaggio ottenuto in apertura di terzo set, al settimo game riprende le distanze per non farsi più raggiungere e siglare il definitivo 2-6 6-1 6-4. Il derby russo tra Anastasia Pavlyuchenkova e Maria Kirilenko ha privato Mosca della terza testa di serie del seeding: al termine di un’ora e venticinque minuti di tennis piuttosto scialbo è infatti la Pavlyuchenkova a prevalere con un doppio 6-3. Un po’ di sano spettacolo non è invece mancato nel terzo confronto diretto tra Svetlana Kuznetsova e la svedese Sofia Arvidsson. Tutto il merito va alla ventottenne di San Pietroburgo, impeccabile nel primo set, tanto da assicurarselo in appena ventitré minuti. Nella seconda manche, qualche distrazione di troppo ha invece rischiato di costare cara alla Kuznetsova che però, nel “momento del bisogno”, ha potuto contare sulla sua innata classe. 6-2 7-5 lo score a favore della due volte campionessa Slam. Eroina del giorno è però Alisa Kleybanova. La ventiquattrenne moscovita, tenace e coraggiosa nel battere il morbo di Hodgkin, dopo alcune apparizioni traballanti, si è presentata nel torneo di casa in buona forma e soprattutto con una straordinaria voglia di lottare. Uscita vincitrice dalle tre ore e undici minuti di battaglia al termine contro Varvara Lepchenko, la Kleybanova, che occupa la 254ª posizione del ranking e che ha beneficiato di una wild card offertale dagli organizzatori, ha battuto la spagnola Carla Suarez Navarro. Per farlo, la russa è dovuta rimanere in campo due ore e cinque minuti. Vinto il primo set al tie-brak, nella ripresa, dal 2-4, Alisa Kleybanova si è lanciata in una rimonta che l’ha vista mettere a segno quattro game consecutivi; ottenendo così il 7-6 6-4. L’ultimo match di primo turno ha visto protagonista la settima forza del tabellone, Samantha Stosur, la quale ha sconfitto l’estone Kaia Kanepi in un’ora e sette minuti. Vincitrice la settimana scorsa del torneo di Osaka, sulle ali dell’entusiasmo, Samantha Stosur, si e portata in un lampo sul 3-0 e, nonostante due occasioni sprecate per ottenere il doppio break, è riuscita a gestire il vantaggio chiudendo la prima frazione 6-3. Nel secondo set la Stosur è dilagata e, oltre all’accesso al secondo round ha pareggiato i conti quanto ai ‘sospesi’ con la Kanepi, fino ad oggi in vantaggio di una vittoria sulla campionessa degli US Open 2011.

Kremlin Cup. Mosca. Secondo turno turno:

Roberta Vinci (Ita) [2] b. Elena Vesnina (Rus) 2-6 6-1 6-4

Maria Kirilenko (Rus) [3] b. Anastasia Pavlyuchenkova (Rus)

Alisa Kleybanova (Rus) b. Carla Suarez Navarro (Esp) [6] 7-6 6-4

Stetlana Kusnetsova (Rus) [8] b. Sofia Arvidsson (Kaz) 6-2 7-5

Kremlin Cup. Mosca. Primo turno:

Samantha Stosur (Aus) b. Kaia Kanepi (Est) 6-3 6-1

 

 

Lussemburgo. Il secondo ‘head to head’ tra Eugenie Bocuhard, fresca finalista in quel di Osaka, e la tedesca Andrea Petkovic, ha posto fine ai match di primo turno al “Luxembourg Open”. Dopo un avvio favorevole alla diciannovenne canadese, che si è intascata la prima frazione 6-2 per poi portarsi in vantaggio 4-1 nella ripresa, Andrea Petkovic ha preso in mano le redini del gioco e, approfittando tanto della stanchezza quanto dello scoramento da parte della sua avversaria, ha finito con l’aggiudicarsi la seconda manche 7-5 e la terza 6-1. Prima del confronto tedesco-canadese si è disputato un altro incontro di primo turno dove la francese Kristina Mladevonic ha rimediato una brutta sconfitta per mano della diciannovenne ceca, proveniente dalle qualificazioni, Tereza Smitkova. Attualmente numero 260 del mondo; tra il 16 gennaio ed il 9 aprile 2012 la Smitkova ha vinto tre titoli ITF da 50.000$ a Leimen, Bath e Hvar. E’ invece già proiettata ai quarti Bojana Jovanovski. La ventiduenne serba, che nel turno precedente aveva ‘giustiziato’ Francesca Schiavone, quest’oggi ha brillantemente superato Su-Wei Hsieh. Agguanta i quarti anche la ventiduenne polacca Katarzyna Piter, autrice dell’eliminazione di Yanina Wickmayer.

 Lussemburgo. Luxembourg Open. Primo turno:

Andrea Petkovic (Ger) b. Eugenie Bouchard (Can) [7] 2-6 7-5 6-1

Tereza Smitkova (Cze) b. Kristina Mladenovic (Fra) 7-5 6-1

Katarzyna Piter (Pol) b. Yanina Wickmayer (Bel) 3-6 6-4 6-4

Lussemburgo. Luxembourg Open. Secondo turno:

Bojana Jovanovski (Srb) [8] b. Su-Wei Hsieh (Tpe) 6-1 6-4


Nessun Commento per “MOSCA: ROBERTA VINCI PIEGA LA VESNINA, ORA C’E’ KUZNETSOVA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MOSCA: QUESTA KUZNETSOVA NON SI BATTE, VINCI OUT TENNIS - Alla Kremlin Cup Roberta Vinci cede a una Svetlana Kuznestova a tratti ingiocabile. 6-2 6-3 lo score a favore della russa che in semifinale affronterà Sam Stosur; vittoriosa su […]
  • KVITOVA E KIRILIENKO APRONO LA FINALE Tegola per la nazionale russa che perde Vera Zvonareva per un infortunio alla spalla. Gli incontri prenderanno il via alle 14 ora locale, 11 in Italia
  • IL SORTEGGIO DI RUSSIA-SERBIA Saranno Anastasia Pavlyuchenkova e Jelena Jankovic ad aprire l'altra semifinale di Fed Cup tra Russia e Serbia. A seguire saranno opposte Svetlana Kuznetsova e Ana Ivanovic
  • TRA PRIME E SECONDE GIOVINEZZE TENNIS - Campionesse definite troppo frettolosamente “ex” che risorgono, giocatrici vicine alla trentina che dopo anni di paralisi tagliano traguardi inaspettati, mentre il “mare delle […]
  • LI NA + CARLOS RODRIGUEZ DA 10 E LODE Un Australian Open da 10 e lode per la campionessa di questa edizione Li Na. Onore e meriti anche a Dominika Cibulkova ed Eugenie Bouchard. Deludono le big, mentre la maggior parte delle […]
  • LUSSEMBURGO: LA SCHIAVONE E’ OUT. MOSCA: RUSSE SCATENATE TENNIS - Franesca Schiavone scivola al primo turno del “Luxembourg Open”. A sconfiggere l’azzurra è Bojana Jovanovski. Alla “Kremlin Cup” di Mosca vincono tutte le russe in gara: da […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.