MOTORI: FORD LANCIA "DRIVE YOUR MATCH" PER VINCERE INTERNAZIONALI…-2-

mercoledì, 30 aprile 2014
Ford ha inoltre organizzato un secondo concorso che sottolineera' l'anima hi-tech dell'Ovale Blu e che trasformera' l'area del Foro Italico, nei giorni del torneo, in un'arena in cui prendera' vita un innovativo videogame in realta' aumentata. I visitatori che si recheranno agli Internazionali di Tennis potranno scaricare gratuitamente l'app SkyBubb e installarla sul proprio smartphone/tablet iOS o Android. L'app sara' disponibile sugli store Apple e Android, nonche' presso la Web Station Ford, che offrira' inoltre ai visitatori del Foro Italico la connessione gratuita Wi-Fi. Con l'app attiva, i visitatori potranno partire alla ricerca delle 'bubble' che fluttueranno nell'area del Foro Italico. Le FordBub saranno visibili in realta' aumentata tramite la fotocamera dello smartphone/ tablet, e una volta localizzate dovranno essere raggiunte dall'utente con il proprio dispositivo, come se quest'ultimo fosse una racchetta da tennis. Una volta raccolte 3 bolle, si partecipera' all'estrazione immediata in modalita' 'instant win' di uno dei premi messi in palio ogni giorno in biglietti per le partite del torneo e buoni Spotify. . tvi/com
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.