MURRAY: “CONTRO CILIC SARA’ DURA”

TENNIS - Andy Murray supera la pioggia e Tsonga e domenica sfiderà Marin CIlic per il titolo al Queens Club. "Sto giocando molto bene, è bello essere in finale"
domenica, 16 Giugno 2013

Andy Murray ha bandito dalla sua mente tutti i pensieri circa il suo recente infortunio alla schiena raggiungendo brillantemente la finale degli Aegon Championships con una superba vittoria sulla quarta testa di serie Jo-Wilfried Tsonga. Il numero due numeri al mondo ha nuovamente lottato contro la pioggia che ha continuato a battere sul Queens Club, ma alla fine ha portato a casa il match con il risultato di 4-6, 6-3, 6-2 sul francese.

“Sto giocando bene”, ha detto Murray. “Sto colpendo bene la palla bene, raramente faccio delle scelte sbagliate o degli errori. Questo avviene giocando, quindi è stata una settimana molto produttiva per me ed è bello essere in finale. Con la partita di domani e dei allenamenti  la settimana prima di Wimbledon, mi sento bene.”

Lo scozzese si giocherà il titolo contro il campione uscente Marin Cilic, che ha battuto Lleyton Hewitt 6-4, 4-6, 6-2, in semifinale. Il match per il titolo è stato anticipata alle 12:00 (le nostre 13:00), a causa delle previsioni di pioggia nel corso della giornata.

Il maltempo ha pesantemente disturbato la semifinale di Murray e Tsonga che non hanno giocato fino alle 18:07 locali, con lo scozzese che è andato vicino a cedere un set e un break prima di tornare in partita. Murray ha letteralmente dilagato nella fase finale, assicurandosi la sua quarta e più impressionante vittoria della settimana, arrivata dopo un mese fuori e contro un recente semifinalista agli Open di Francia.

Le stesse condizioni di freddo ventoso hanno rovinato il torneo per tutta la settimana che ha visto il programma risistemarsi dopo un pomeriggio di pioggia. Hewitt e Cilic avevano giocato quattro games sul centrale prima della pausa e quando finalmente sono tornati due ore più tardi sono stati spostati sul Campo 1.

“Questo mi ha deluso, ovviamente”, ha detto Hewitt. “Giocare una semifinale di un evento come questo, sul Campo 1 di fronte a poche persone non è la situazione ideale che si desidera”.

Murray e Tsonga avranno anche avuto il campo centrale, ma la loro partita è iniziata in un clima di basso profilo. Tsonga ha salvato un punto break precoce con un gran servizio e dritto prima di passare 0-40 nel game successivo, prima che Murray reagisse impressionantemente attaccandosi al suo servizio. Il francese ha poi fatto il primo passo portandosi avanti sul 4-4 dopo una risposta con rovescio bruciante si è portato sul 15-40, con Murray che ha chiuso il game con un doppio fallo. Tsonga non ha però restituito il regalo, prendendosi il set con un ace e sembrava ben impostato quando si è guadagnato due palle break sul 3-3 nel secondo. Nelle avversità, Murray ha trovato la sua forma migliore, risparmiandola prima con un gran servizio e la seconda con un approccio coraggioso a rete e una bella volèe.

Ed è stata la scintilla di cui la testa di serie numero uno aveva bisogno, seguita da un game di ritorno feroce che ha abbattuto il rovescio Tsonga e l’ha portato a pareggiare il conto dei set. Murray ha preso il controllo della partita nel terzo game con Tsonga che ha salvato sei palle break con qualche bel servizio prima di perdere finalmente il servizio a causa di un rovescio largo.

Con una sola vittoria in otto precedenti partite contro Murray, la fiducia non è stata esattamente il punto forte di Tsonga e la sua sfida è rapidamente evaporata quando lo scozzese ha messo a segno un altro break stampando sul terreno il suo quinto ace del giorno nel match point.

Domenica lo scozzese avrà la possibilità di superare atleti del calibro di Pete Sampras e del suo allenatore Ivan Lendl come tre volte campione al Queens. Murray ha un record di 8-1 contro Cilic, ma ha insistito: “Sarà una partita molto dura, lui gioca bene qui. Ha vinto nove partite di fila e ha vinto alcuni match molto difficili contro i migliori giocatori sull’erba questa settimana.”


Nessun Commento per “MURRAY: "CONTRO CILIC SARA' DURA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RUSTY INFINITO, SORPRESA CILIC TENNIS – Continua la corsa di Lleyton Hewitt, che supera anche Juan Martin Del Potro e conquista la 40esima vittoria in carriera sui prati del Queen’s, approdando in semifinale per la […]
  • COPPA DAVIS, ANDY MURRAY: “DOV’È CILIC?” TENNIS – Il britannico Andy Murray continua a mettere in discussione la trasparenza del regime anti-doping del tennis, soprattutto alla luce del fatto che non c'è ancora nessuna parola […]
  • FEDERER AL ROLAND GARROS: “MI SIETE MANCATI” La gioia di Roger Federer dopo la vittoria nel match d'esordio a Parigi, davanti ad un pubblico che lo acclama dal primo all'ultimo scambio.
  • DEL POTRO: “HO GIOCATO IL MIO MIGLIOR MATCH DEL TORNEO” TENNIS - Juan Martin Del Potro batte Andy Murray a Indian Wells e raggiunge Novak Djokovic in semifinale. Il serbo ha battuto Jo Wilfried Tsonga in un match a senso unico. Le impressioni […]
  • DOPING, CILIC: “NON HO FINTO L’INFORTUNIO A WIMBLEDON!” TENNIS – Il croato Marin Cilic non ci sta e assicura che l’infortunio a Wimbledon era autentico e non una copertura alla sospensione temporanea per doping.
  • MURRAY, TRIS DI REGINE! TENNIS – Non basta un ottimo Marin Cilic a sbarrare la strada a Andy Murray verso il ventisettesimo titolo in carriera, terzo al Queen’s Club. Lo scozzese si impone per 5-7 7-5 6-3 e si […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.