MURRAY, LA LUNA DI MIELE E UN “PROBLEMA” CHIAMATO TENNIS

Le nozze con Kim l'11 aprile, ma slitta a fine stagione il Viaggio di Nozze. "Ripensamento per Monte Carlo? Improbabile"
venerdì, 27 Marzo 2015

TENNIS – “Penso che il miglior Andy sia tornato. In più lo vedo felice e in buona salute”. Buone notizie per il tennis, meno buone per il gossip: il viaggio di nozze di Andy Murray e Kim Sears è slittato a novembre. La signora Judy, mamma di Andy e capitana britannica di Fed Cup, presenta il ritorno coi fiocchi del numero 4 del mondo. Una stagione partita bene, tanto che con tutti gli impegni che dovrà affrontare in questo 2015 (anche per mettersi definitivamente alle spalle quel 2014 a mezzo servizio), il 27enne di Dunblane è costretto a rimandare la Luna di Miele con Kim. Le nozze sono previste l’11 aprile – alla vigilia del torneo di Monte Carlo, per intenderci – ma, per stare in pace con la compagna di sempre, il giocatore dovrà attendere la fine della stagione.

La notizia (fondamentale, ce ne rendiamo conto) arriva dai soliti media britannici sempre frenetici sul versante gossip. Murray posticiperà il viaggio di nozze e rinuncerà proprio al Master 1000 del Principato poiché provato dall’attesa cerimonia in programma alla Cattedrale di Dunblane. Miami l’ultima fatica prima della sosta fiori d’arancio, poi Monte Carlo da guardare in tv (“Ripensamento? Dipende da come mi sentirò dopo il matrimonio, ma per ora lo vedo poco probabile”), poi tennis fino a novembre.

Novak Djokovic a parte, Murray è colui il quale in questi primi tre mesi di 2015 ha ottenuto il maggior numero di punti Atp. Tre mesi in cui sono arrivate le sconfitte da Gilles Simon (quarti di finale a Rotterdam) e Borna Coric (quarti a Dubai), ma anche la finale di Melbourne e le semifinali di Indian Wells, superato in entrambe le occasioni proprio dal numero 1 del ranking. In mezzo a tutto questo un gioco ritrovato, a confermare gli ottimi segnali mostrati sul finire della stagione scorsa. Quel fantastico exploit che gli è valso un biglietto per il Masters.

Nei ritagli di tempo – ci piace pensare così – parla con Kim di bomboniere e partecipazioni… “Il tennis è importante ma dobbiamo anche pensare a vivere la nostra vita – le dichiarazioni di Andy rilasciate martedì e riportate dal ‘Daily Mail’ – Quando gioco non penso ‘Tra poche settimane mi sposerò’, ma so che tornato nel nostro appartamento (il ‘nido’ è in centro, a Londra; ndr) avremo tutto il tempo per preparare le nozze. Posso concentrarmi su entrambe le cose. Il matrimonio non ha ancora rappresentato un problema per me e non vedo perché dovrebbe esserlo”.

Da Miami, Andy farà presto rientro nel Regno Unito. Lì troverà il fratello Jamie, l’amico di sempre nonché compagno in Davis Ross Hutchins e un altro amico, Carlos Meier. Fervono i preparativi. Ah, il 15 maggio potrebbe anche festeggiare il suo ventottesimo compleanno al Foro Italico. Mamma mia, che agenda!

Foto: sito ufficiale Australian Open 2015


Nessun Commento per “MURRAY, LA LUNA DI MIELE E UN "PROBLEMA" CHIAMATO TENNIS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.