MURRAY: “LENDL AMMIRA LA MIA VOGLIA DI LOTTARE”

Ivan Lendl è tornato ad affiancare Murray ed i risultati sono magicamente arrivati con la vittoria al Queen's dello scozzese
martedì, 21 Giugno 2016

Tennis. E’ giunto il quinto successo al Queen’s per Andy Murray, fresco della ritrovata collaborazione con Ivan Lendl, coach con cui ha ottenuto i migliori successi in carriera dall’oro olimpico al successo in quel di Wimbledon.

Una partnership che riparte proprio dall’erba e che fa felice lo scozzese: “Ivan è il miglior caoch che abbia mai avuto, nello sport la qualità di un rapporto si basa sui risultati e con lui ho ottenuto quelli migliori. Lui ha vissuto molti momenti simili ai miei nella sua carriera e parlare con una persona considerata mentalmente molto forte e scoprire che stava male prima delle finali slam, mi ha fatto scoprire molti punti in comune“.

Tra i punti di conttatto ve ne sono anche di negativi e forse questo è uno degli aspetti che pià avvicinano Murray al coach ceco: “Lui ha perso 11 finali slam, io 8. E’ stato bello parlare con qualcuno che ti insegnava a ripartire dalle sconfitte e non a considerarle un disastro. Con lui nel mio team, ho perso gli Australian Open contro Djokovic nel 2012. Il giorno dopo mi ha detto: ‘So che probabilmente oggi non vuoi farlo ma non svolgerei correttamente il mio lavoro se non ti dicessi cosa hai sbagliato, e partire da lì per cercare di migliorare’. Nessuno lo aveva fatto prima.”

Parole dalle quali si capisce il perché Murray abbia insistito tanto per riavere Lendl nel suo staff.

 


Nessun Commento per “MURRAY: "LENDL AMMIRA LA MIA VOGLIA DI LOTTARE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.