MURRAY SI SALVA CON TIPSAREVIC

A Miami, nonostante qualche problema fisico, Andy Murray recupera un set e un break di ritardo al serbo vincendo 6-4 al terzo set. Attende ora Rafa Nadal o Jo Tsonga in semifinale.
mercoledì, 28 Marzo 2012

Miami (Florida) – Nel primo match dei quarti di finale del tabellone maschile, passa a fatica la quarta testa di serie Andy Murray, uscito vincitore da una battaglia ricca di capovolgimenti di fronte contro il serbo numero nove del mondo Janko Tipsarevic, rimontando un set di ritardo e chiudendo con il punteggio finale di 4-6 6-3 6-4 dopo 2 ore e 37 di gioco.

EQUILIBRIO PREVENTIVABILE – Che sarebbe stato un match equilibrato c’era da prevederlo. I precedenti tra i due giocatori parlavano di un vantaggio dello scozzese di 4 match a 3, con il serbo ad aver vinto l’ultimo precedente sul cemento all’aperto. Nel torneo, Tipsarevic si era mostrato in gran forma, lasciando per strada soltanto un set contro Dolgopolov e superando nel turno precedente con agilità la sorpresa del torneo Dimitrov. Murray aveva concesso le briciole ad Alejandro Falla e ieri a Gilles Simon, mentre era stato agevolato dal ritiro di Raonic nel suo match di terzo turno.

MURRAY AVANTI, MA POI… – Un Murray non in perfette condizioni fisiche, occorre dirlo, ha mostrato nel corso del match problemi alla bocca dello stomaco che ne hanno limitato la spinta ed il rendimento del proprio tennis. Dopo aver recuperato il break di ritardo subìto nel game inaugurale del match e poi prontamente ripreso nel gioco successivo, Murray sembrava aver preso in mano le redini del gioco, variando bene gli scambi ed accelerando sovente con i colpi di inizio gioco. Anche se poco aiutato dal servizio, lo scozzese saliva avanti 4-2, fallendo la palla del 5-2, prima di subire il ritorno poderoso del serbo, che ha pian piano limitato il numero di errori sfruttando i man mano sempre più numerosi errori dello scozzese.
Tipsarevic, dal possibile 2-5, tornava così in partita sul 3-4, mettendo a segno un parziale di sei giochi consecutivi che gli varranno il set (6-4) ed un break di vantaggio nel secondo (2-0), con un Murray sempre più sofferente in volto e deficitario nel tenere il ritmo del palleggio.

LA PASTICCA MIRACOLOSA – Dopo il break preso in avvio di seconda frazione, sull’1-0, Murray si è deciso a chiamare il medico del torneo ed ha assunto una pasticca per il suo problema allo stomaco. Si è così pian piano rifatto sotto, concretizzando al meglio alcune incertezze di Tipsarevic, che invece di mantenere la calma e continuare a giocare il suo tennis solido, forse avvertendo la pressione del ritorno di Murray, ha iniziato a commettere numerosi gratuiti, soprattutto col dritto.
Murray ritrovava pian piano fiducia ed aggressività, recuperando il break di ritardo sul 2-2 ma subendo nuovamente il tentativo di fuga del serbo, che gli strapperà il servizio nel quinto gioco, involandosi 3-2. Da questo momento, Murray tornerà a tessere meticolosamente e con pazienza la propria ragnatela di scambi da fondo campo, variando ritmo ed intensità degli scambi con pregevoli soluzioni drop-shot. L’allievo di Ivan Lendl piazzerà così un parziale di quattro giochi consecutivi che gli varranno la conquista del secondo set (6-3).

MURRAY SUL VELLUTO – Nel terzo, un Tipsarevic visibilmente provato e pienamente in confusione cedeva il servizio già nel terzo gioco, lasciando via libera allo scozzese completamente ritrovato, anche col servizio. Murray conserverà con agio il prezioso vantaggio, annullando una pericolosa palla break al serbo sul 4-3, chiudendo poi con il punteggio di 6-4. Tipsarevic concluderà il match con oltre 50 errori gratuiti: davvero troppi per un giocatore che fa della solidità il suo credo tennistico. Per Murray, promozione con attenuante, visto il problema allo stomaco che ne ha, per lunghi tratti, impedito di esprimere il suo miglior tennis.

Il numero 4 del mondo avrà bisogno di recuperare le forze ed essere al top nella semifinale in cui andrà ad affrontare il vincente dell’altro quarto di finale di giornata, il match che vedrà opposti Rafael Nadal a Jo-Wilfried Tsonga.


Nessun Commento per “MURRAY SI SALVA CON TIPSAREVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NADAL DISINNESCA NISHIKORI A Miami, una prestazione non esemplare dello spagnolo è bastata per avere la meglio di Nishikori: 6-4 6-4 il punteggio finale. Bene Murray, affronterà Tipsarevic. Avanti anche Mardy Fish.
  • ATP MIAMI, PROMOSSI E BOCCIATI Con il successo di Nole è calato il sipario sul secondo Masters 1000 della stagione. Proviamo ora a tirare le somme assegnando le pagelle ai protagonisti del torneo maschile: tra conferme, […]
  • MURRAY ATTENDE NADAL "Sarà un incontro duro, ma allo stesso tempo divertente, perché mi piace giocare contro di lui. Sta giocando un buon tennis in questo momento, specie considerando il lungo break che ha avuto"
  • IL TENNIS DOPO I “FAB FOUR” La cosiddetta “Golden Era” del tennis non durerà certo per l’eternità. Proviamo a fare qualche congettura su ciò che potrà accadere dopo l’uscita di scena dei “Fab Four”.
  • DJOKOVIC ANCORA NUMERO 1 Prendendo in esame tutti gli scontri diretti tra i primi 10 giocatori del mondo a fine anno, è ancora Djokovic il numero uno, con 23 vittorie a fronte di sole 4 sconfitte. Analizziamo […]
  • RAFA, ESORDIO POSITIVO A Miami il numero uno del mondo rifila a Nishikori un periodico 6-4. Avanzano al terzo turno anche Berdych (6-1 6-7 6-0 a Ramirez-Hidalgo) e Tipsarevic (6-3 7-6 a Cilic).

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.