MUSETTI: “ROMA MI HA DATO FIDUCIA E CONSAPEVOLEZZA”

La giovane stella di Massa Carrara ha spiegato come l’exploit di Roma gli abbia dato tanta fiducia e consapevolezza
sabato, 26 Settembre 2020

Tennis. Prosegue lo splendido momento di forma di Lorenzo Musetti, che dopo l’ottima cavalcata agli Internazionali BNL d’Italia, ha raggiunto la finale nel Challenger di Forlì. La giovane stella di Massa Carrara andrà a caccia del suo primo titolo a questo livello.

“Oggi ero molto nervoso, forse il vento. C’erano molte condizioni a mio sfavore ed io non riuscivo ad esprimermi al meglio.

Questo dimostra che nel mio gioco ci sono ancora tante cose da migliorare, anche se è positivo che sia sempre rimasto lì con la testa senza mai abbandonare il match” – ha spiegato Musetti.

Musetti ha beneficiato del ritiro del sudafricano Harris nel terzo set: “Peccato per il mio avversario, è un bravissimo ragazzo che conosco molto bene.

E si meritava la vittoria perché stava giocando nettamente meglio. Dopo l’infortunio all’anca non ha voluto rischiare visto che tra pochi giorni inizia Parigi”.

E domani la finale contro il brasiliano Thiago Monteiro. “Per domani speriamo che sia una bella partita e poi che dire? C’è sempre una prima volta e questa è la mia prima finale.

Di positivo c’è che dopo Roma ho preso molta fiducia e consapevolezza. Anche se Monteiro è un top 100, ha molta esperienza ed è mancino, cosa che dà sempre fastidio. Però entrerò in campo per vincere e darò il 120%. 

Ma prima della partita di domani c’è, tra poco, anche la semifinale del doppio in cui, in coppia col mio amico Pellegrino, sfidiamo Vavassori e Golubev. Ci tengo molto”.


Nessun Commento per “MUSETTI: "ROMA MI HA DATO FIDUCIA E CONSAPEVOLEZZA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.