MUSTER E THIEM PRESENTANO VIENNA

Il torneo promosso tra gli Atp 500 ospiterà molti top 20.
sabato, 19 Settembre 2015

Tennis – Si sono uniti il passato e il presente dell’Austria tennistica per dare man forte all’imminente torneo di Vienna da quest’anno nobilitato tra gli Atp 500, promozione avvenuta ai danni di Valencia. Si sono, infatti, dati appuntamento Thomas Muster, la gloria storica, e Dominic Thiem, la stella nascente qualche giorno fa presso lo State Opera della capitale austriaca con un obiettivo preciso: sponsorizzare la rinnovata qualità del Erste Bank Open che vedrà impegnati almeno 8 giocatori tra le prime 20 piazze mondiali a partire dal prossimo 19 Ottobre.

 Lo Stanhalle che, nel firmamento dei tornei che contano, ha colto al balzo l’occasione di sostituire il proprio scenario all’Agorà di Valencia ospiterà oltre al beniamino di casa nomi di tutto rispetto, molti dei quali impegnati nelle ultime marce forzate verso le Barclays world tour Finals di Londra.

Chi meglio di Muster poteva essere designato a fare da ambasciatore di un torneo che per sorte avversa  e secondo la latina logica del “nemo profeta in patria” gli è sempre sfuggito di mano all’ultimo atto per ben tre volte?

Il nome più altisonante è rappresentato dal numero 8 al mondo, lo spagnolo David Ferrer che a Vienna andrà non solo per rincorrere la qualificazione al Master ma soprattutto per difendere i punti conquistati nell’ex capitale dell’impero asburgico l’anno scorso quando cadde soltanto per mano di un ispirato Andy Murray.

“Sfortunatamente – ha dichiarato Ferrer – giocare bene l’anno scorso non è stato sufficiente per vincere, ma conservo un bel ricordo e sensazioni positive del torneo. Vincere è il mio obiettivo assoluto”.

La regolarità dello spagnolo sarà messa a dura prova da un fitto gruppo di top 20 a partire dagli specialisti del veloce Kevin Anderson (protagonista di prestazioni maiuscole a New York) e John Isner, rispettivamente numero 10 e 11, dopo l’aggiornamento in classifica prodotto dagli Us Open. Il tabellone sarà impreziosito anche dalla presenza del canadese Milos Raonic, in calo nelle ultime settimane e con desideri di risalita, e da Ivo Karlovic.

Infine occhio al duo d’Oltralpe costitutito da Jo-Wilfried Tsonga e Gael Monfils. Il primo capace di imporsi a Vienna nel 2011 ha affermato: “Mi piace la città e il torneo è organizzato alla perfezione. Il fatto che sia passato agli Atp 500 lo rende ancora più interessante”.

Da Monfils invece ci si aspetta un colpo di coda di una stagione per molti versi deludente e avara di successi nell’estate americana.

E poi c’è l’idolo di casa, quel Dominic Thiem che, malgrado la giovane età, sente la pressione di rappresentare il tennis nazionale del futuro: “In Austria devi sempre giocare particolarmente bene, tanto più con avversari così difficili. Non mi sorprende la concentrazione di ottimi giocatori che sono iscritti qui, si tratta di un 500 quest’anno e Vienna è sempre una grande attrattiva”.


Nessun Commento per “MUSTER E THIEM PRESENTANO VIENNA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.