NADAL DA IL VIA AI LAVORI PER LA SUA ACCADEMIA SPORTIVA

Il “Rafael Nadal Sports Center” prende vita: è proprio il maiorchino a porre la prima pietra della sua accademia di Manacor e a sottolineare lo scopo principale del centro: educazione ai valori sportivi.
martedì, 25 Novembre 2014

Tennis. “La cosa fondamentale è quella di preparare i ragazzi ad essere persone” queste le parole del tennista spagnolo dopo aver posto la prima pietra della “Rafa Nadal Academy” di Movistar. Presenti alla cerimonia, oltre agli atleti, il Presidente delle Isole Baleari, Jose Ramon Bauza e il Presidente del Consiglio dell’isola di Maiorca, Maria Salom.

L’accademia avrà una superficie di 24.014m² in cui ci saranno 18 campi da tennis, una scuola e una casa dove poter ospitare giovani atleti provenienti da tutto il mondo. La struttura che inoltre darà possibilità di lavoro a circa 140 persone, avrà al suo interno la Fondazione dello stesso Nadal che attualmente ha sede a Barcellona, e un museo dello sport nazionale e internazionale creato con donazioni fatte dagli sportivi.
La prima fase di questo grande complesso durerà 18 mesi, in previsione della prima attività nell’Estate 2016: un campo estivo di solo tennis. Il progetto sarà realizzato su un terreno di 50.571m² e prevede, tra le altre strutture, la costruzione di tre piscine, un campo da Paddle-Tennis, un campo da calcio e un campo sportivo. E per non far mancare niente, ci sarà anche un centro medico, un centro commerciale e una zona soggiorno, oltre a 35 appartamenti per ospitare atleti che praticano altri sport.

In una conferenza stampa, il maiorchino accompagnato dalla sua famiglia ha specificato che suo padre è stato colui che ha reso possibile il progetto, con l’aiuto ovviamente di zio Toni, sempre presente. “In questo modo voglio ringraziare quello che la mia terra ha fatto per me” ha dichiarato Rafa che inoltre sottolinea l’importanza di questo progetto, con lo scopo di educare le future generazione e trasmettere loro i giusti valori dello sport. Il centro vuole essere anche un punto di incontro tra gli abitanti di Manacor e i cittadini delle Isole Baleari.
“Lo sport è la mia passione” afferma il numero 1 spagnolo che per questo motivo, una volta appesa la racchetta, sa già che lavorerà proprio nell’accademia.
Nadal ha infine ringraziato le istituzioni pubbliche delle Isole Baleari e Movistar per aver sostenuto il progetto, che conta di essere concluso in circa 26 mesi, e sarà un punto di riferimento mondiale per la formazione di giovani atleti.
Onore quindi, ancora una volta, al campione spagnolo per la realizzazione di questo progetto così nobile.


Nessun Commento per “NADAL DA IL VIA AI LAVORI PER LA SUA ACCADEMIA SPORTIVA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.