NADAL: DJOKOVIC? MERITA IL NUMERO UNO

Sportivo Rafa, che riassume poi una stagione tribolata. "Sono stato comunque fortunato, gli infortuni occorsi non erano quelli del passato"
venerdì, 21 Novembre 2014

Tennis – Rafael Nadal e il suo 2014 fra alti e bassi, infortuni e quella rivalità con Novak Djokovic che comunque non può far altro che lodare e al quale riconosce sportivamente i meriti, soprattutto dopo il successo (seppure atipico) di Londra. “È un giocatore favoloso – le sue dichiarazioni riportate dai media serbi – ed ha avuto un anno grandioso. Merita di occupare la posizione di classifica in cui si trova perché ha disputato una stagione quasi perfetta e priva di infortuni, che è la cosa migliore per un giocatore di tennis che vuole dimostrare il suo valore.”

Non ha avuto la stessa fortuna il buon Rafa… “Ho trascorso un anno difficile, ma fa parte della mia carriera e della mia vita e lo accetto. Certamente i problemi di salute che ho avuto non mi hanno aiutato; prima il problema alla schiena, poi al polso destro, infine l’appendicite. Per ora non riesco ancora ad allenarmi, ma sono stato fortunato per come è andata l’intervento e ora sto recuperando con calma”.

Quattro i tornei vinti dal maiorchino. Su tutti il Roland Garros, senza dimenticare la finale agli Australian Open. A Wimbledon l’eliminazione a sorpresa per mano di Kyrgios. E, nonostante i guai fisici, quarantotto partite vinte, a fronte delle undici perse. Ma poi tanta fatica tra Shangai e Basilea, prima di essere sottoposto a intervento chirurgico.

“Sono stato comunque fortunato perché i guai fisici che ho avuto non sono stati gli stessi degli anni precedenti. Ho perso massa muscolare negli ultimi tempi e credo sia per questo che sono incappato in diversi infortuni di poco conto nel 2014, ma lavorerò molto e sono certo che il 2015 sarà un buon anno per me”, conclude speranzoso il maiorchino che dichiara battaglia per la prossima stagione.


Nessun Commento per “NADAL: DJOKOVIC? MERITA IL NUMERO UNO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • AUGURI TSONGA, GIGANTE (TROPPO) BUONO DEL TENNIS TENNIS - 29 anni per il franco-congolese fattosi conoscere a Melbourne del 2008 quando per poco non mise tutti i fab four in fila. Un exploit però mai ripetuto. Personalità eccezionale e […]
  • NADAL RAGGIUNGERÁ FEDERER A QUOTA 17 SLAM? È la domanda della settimana. È la domanda che viene fuori dalle cronache tennistiche ogni volta che Nadal vince uno slam. E finisce inesorabilmente per alimentare il dibattito su chi sia […]
  • SERENA, IL GOMITO SCRICCHIOLA. MA È QUESTIONE DI POCHI GIORNI La numero 1 del mondo si era ritirata dal torneo di Bastad prima del match di secondo turno a causa del riacutizzarsi di un infortunio al gomito. Ora annuncia una settimana di riposo in […]
  • WAWRINKA E LE ALTRE SORPRESE DELL’ERA OPEN Il tennista di Losanna si aggiunge agli atleti che hanno vinto slam da veri outsider. La lista attraversa tutta l’era Open, da Edmondson a Ivanisevic, da Agassi a Gaudio, fino ad arrivare […]
  • FARINA: “FEDERER, TIFO PER TE” Si parla di Australian Open, ma non solo, nell’intervista esclusiva rilasciata a Tennis.it da Silvia Farina Elia, ex giocatrice e attuale voce tecnica di Eurosport. Ma il suo Slam preferito era…
  • FEDERER SI PREPARA PER L’ANNO D’ORO Roger Federer sta per tornare in campo, dopo il periodo di vacanza che si è preso al termine del torneo di Miami. "Posso ancora riprendermi il n.1" ha detto

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.