NADAL, FINALE A SAN PAOLO CON NALBANDIAN

TENNIS - All'Atp 250 di San Paolo, il maiorchino centra la seconda finale in due settimane. Il suo sfidante sarà Nalbadian, che ha prevalso sul nostro Bolelli. A San Jose, atto finale tra Tommy Haas e MIlos Raonic
domenica, 17 Febbraio 2013

Tennis. Si sono decise le semifinali dei due tornei Atp 250 americani. A San Paolo le speranze di Simone Bolelli di arrivare in finale si infrangono di fronte all’ostacolo David Nalbandian. Dall’altra parte Rafael Nadal fa tesoro dell’esperienza passata e non cade di nuovo nel tranello argentino interpretato questa volta da Martin Alund. In California un infinito Tommy Haas conquista la sua ennesima finale grazie alla vittoria ai danni del padrone di casa John Isner. Ad affrontarlo ci sarà Milos Raonic vincitore delle ultime due edizioni.

Chi prenderà il trono di Nico Almagro a San Paolo? Di sicuro uno tra Rafael Nadal e David Nalbandian usciti vincitori dalle due semifinali giocate oggi al Brazil Open. Cominciamo dal maiorchino già campione nell’anno di grazia 2005 e che tenterà questa sera di riportare il trofeo in Spagna per la sesta volta consecutiva. Ieri per lui secondo ostacolo argentino in successione che questa volta aveva le sembianze del numero 111 del mondo Martin Alund vincitore sul nostro Volandri ai quarti di finale. Partito in sordina l’ex numero uno del mondo che deve fronteggiare diverse situazioni spiacevoli causate da un numero ingente di gratuiti. L’argentino dal canto suo conserva sempre diligentemente il servizio fino all’ottavo game quando una serie di errori non forzati consegnano il break nelle mani dell’avversario, il quale non si lascia pregare chiudendo 6-3. Nel secondo parziale a dominare sono i servizi, tanto che nessun gioco si concluderà ai vantaggi. Alund in particolare dimostra una certa sicurezza quando è in battuta perdendo solo tre punti durante i suoi turni. Questa sicurezza si protrarrà anche in vigore di tie break e gli consentirà di vincerlo per 7 punti a 2 grazie anche ad un doppio fallo dello spagnolo. Lo stato di grazia dell’argentino svanisce improvvisamente nel set decisivo quando Rafa sale di nuovo in cattedra ottenendo un primo break immediato al secondo gioco ed un altro al sesto con l’avversario che oramai in totale confusione si consegna dopo poco meno di 2 ore. Nadal, il quale si è detto contento della seconda finale raggiunta in due settimane sebbene la terra rossa brasiliana sia talmente veloce da poterla paragonare al cemento di Flushing Meadows, se la vedrà col veterano David Nalbandian  il quale ha oggi scoraggiato qualsiasi pretesa del nostro Simone Bolelli arrivato alle semi dopo aver disputato un eccellente torneo. Il 31enne argentino pur mancando dai campi da qualcosa come 6 mesi ha dimostrato di avere ancora diversi colpi in canna, basti vedere il tiratissimo match con cui ha estromesso dal torneo il due volte campione Nicolas Almagro. Ha cominciato da subito senza esitazioni il tennista di Buenos Aires breakkando subito l’italiano nel secondo gioco. Subirà anche una timida riscossa da parte del bolognese  sebbene il set non sarà mai messo in pericolo e si concluderà 6-3 a favore dell’argentino. Il secondo parziale vede grosse occasioni da una parte e dell’altra, Bolelli sprecherà 3 palle break, mentre l’avversario alla terza occasione utile gli scippa il servizio e chiude il match raggiungendo la finale.

Rispunta Haas. Sette anni di differenza tra il sempre più sorprendente numero 22 tedesco e John Isner rientrato dopo il piccolo infortunio al ginocchio sinistro che gli è costato la partecipazione all’Australian Open. Sette anni che quando l’ex numero 2 del mondo è in giornata non si avvertono minimamente. Sebbene il conto con lo statunitense fosse in forte passivo (1-3) la vittoria oggi non è quasi mai stata in discussione ed Haas ha potuto raggiungere la 25ma finale in carriera. Isner dal canto suo si è battuto, ma non assistito da una buona prestazione con le prime di servizio, si è ritrovato con l’avversario sempre con il fiato sul collo che gli rispondeva colpo su colpo. 80% di prime in campo impreziosite da 8 ace e due break point, uno nel primo ed uno nel secondo parziale, tanto è bastato al tennista teutonico per arrivare fino in fondo al SAP Open 2013 dove affronterà Milos Raonic che nella seconda semi ha superato l’altro statunitense Sam Querrey. Il canadese avrà da difendere i titoli conquistati negli ultimi due anni qui a San Jose. Intanto sbriga la pratica Querrey servendo 12 ace, non mettendo mai in pericolo il suo servizio e rispondendo alla grande. Ora per lui l’opportunità di mettere a segno una storica tripletta.

Di seguito gli esiti delle quattro semifinali:

Brasil Open 2013 – Semifinali

David Nalbandian d Simone Bolelli 6-3 7-5

Rafael Nadal [1][W] d Martin Alund 6-3 6-7(2) 6-1

SAP Open – Semifinali

Tommy Haas [4] d John Isner [2] 6-3 6-4

Milos Raonic [1] d Sam Querrey [3] 6-4 6-2


Nessun Commento per “NADAL, FINALE A SAN PAOLO CON NALBANDIAN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RAFA, QUESTO BIS A SAN PAOLO HA UN ALTRO SAPORE TENNIS - Il ritorno alla vittoria del campione di Manacor avviene al secondo tentativo, dopo la finale persa a Vina Del Mar. Questa volta l'argentino di turno, Nalbadian, è costretto a […]
  • BENE HAAS E DJOKOVIC, SOFFRE RAONIC. FUORI ISNER TENNIS - Escono i primi nomi illustri nella seconda giornata della Rogers Cup di Montréal: John Isner, fresco finalista di Washington, viene estromesso dal beniamino di casa Vasek […]
  • SAN PAOLO, VOLANDRI IN FINALE A San Paolo altra grande prestazione del livornese che, complici i problemi fisici del rivale, ha rimontato un set a Bellucci, vincendo e conquistando la finale. A Rotterdam l'atto finale […]
  • DJOKOVIC PERFETTO, NADAL A PICCO Al China Open di Pechino, il serbo non ha problemi contro Dimitrov e prenota la semifinale con Murray, che a sua volta distrugge Cilic. Non brilla invece Rafa, che sciupa un set e un break […]
  • UN SUPER VOLANDRI VOLA IN ‘SEMI’ A San Paolo il livornese gioca un gran match, rimonta un set di svantaggio e supera l'argentino David Nalbandian per 3-6 6-3 7-5, qualificandosi in semifinale. Avanti tutti i big a Rotterdam
  • DJOKOVIC CON NADAL, PER FEDERER C’È FERRER TENNIS - A Parigi sono stati sorteggiati i tabelloni della 112esima edizione del Roland Garros: il serbo, nella potenziale semifinale, affronterà Rafael Nadal, mentre dalla parte dello […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.