TONI NADAL SI SCUSA: “NON VOLEVO OFFENDERE FEDERER”

Lo zio Toni torna sulle dichiarazioni di giorni fa che hanno scatenato polemiche

Tennis. Toni Nadal è tornato sulle parole di una settimana fa che critiche ha scatenato, in cui dubitava che Federer potesse ancora vincere uno Slam.

“Con tutto il rispetto, quello che volevo dire è che è difficile a 38 anni vincere un torneo al meglio dei cinque setAvrà qualche possibilità a Wimbledon, ma ogni anno è più difficile. Lo stesso discorso vale per Rafael. Prima o poi finiranno di affrontarsiIn passato Roger, Novak e Rafael si giocavano le finali più importanti, ma quando ci sono più rivali è più facile che qualcuno esca prima. È la regola della vita, suppongo che ci possano essere altre sfide, ma ogni anno diventa sempre più difficile”.

Vedremo al cinema un film sul Fedal?: “Borg e McEnroe avevano due stili totalmente diversi: uno estroverso, l’altro più costante, uno corretto e l’altro no; non penso che sia il caso di Nadal e Federer. Qui abbiamo da un lato il tennis classico ed elegante, dall’altro un gioco più basato sulla passione. Hanno due stili differenti e penso che possa essere interessante vederli sul grande schermo”.

Sul rapporto col nipote, racconta: “Non è mai capitato che mi mancasse di rispettoSe fosse accaduto, avrei lasciato. Sarebbe stato inaccettabile. Nella vita il rispetto è tutto, ed io ero lì per aiutarlo. Rafa non ha mai mancato di rispetto nè a me nè a qualsiasi altro membro del suo team. Ovviamente a volte può capitare che i tennisti siano nervosi, ma devono imparare a gestire questo aspetto”.

Ci sarà alle prossime Olimpiadi?: “Per il momento non sono un obiettivo perchè ci si concentra sul breve termine, ma competere in un’altra Olimpiade è una bella motivazionePenso che gli piacerebbe molto”.

Sulla prossima annata, queste le sue previsioni, anche su rientri eccellenti: “Del Potro ha avuto problemi fisici più o meno in maniera continuativa, a volte ci scordiamo di lui perchè gli manca la continuità. Ma giocare con tanti guai fisici è complicato. Così come Murray: se recupera, sarà un avversario molto duro da battere”.


Nessun Commento per “TONI NADAL SI SCUSA: "NON VOLEVO OFFENDERE FEDERER"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.