NADAL, LE PARTITE TRUCCATE E UN CALENDARIO NON GRADITO

Lo spagnolo affronta il tema scommesse e calendario Atp

Tennis. Nadal ha parlato di tante cose a “La Gazzetta dello Sport”. Dal triste fenomeno delle scommesse, al calendario Atp sino, ovviamente, al record Slam di Federer.

In ogni sport c’è chi imbroglia. Ma nel nostro credo che non ci sia un vero problema sul doping. I casi sono minori rispetto ad altre discipline. Noi dobbiamo essere disponibili per i test un’ora al giorno, 365 giorni all’anno, dichiarando anche il luogo in cui ci troviamo. E’ un regime molto severoNei piccoli tornei il problema esiste, ma non da noi. Credo che l’ATP abbia fatto il meglio, seguendo una strada seria e stanno facendo tuttora un ottimo lavoro“.

Sul record Major di Federer afferma:”Mi piacerebbe, ma non è un’ossessione o un obiettivo. Penso di aver avuto una carriera migliore rispetto a quando abbia mai sognato. Sono contento di cosa ho fatto finora. Non si può essere sempre frustrati perchè qualcuno ha vinto qualcosa in più di te. Ovviamente, sono competitivo ed amo esserlo, voglio giocare e vincere tutte le settimane“.

In chiusura, un pensiero sulla strutturazione del calendario ATP: “Mi piacerebbe che ci fossero altri eventi, non ho mai completato in lungo e in largo il calendario. Il tennis è fantastico non solo per i soldi guadagnati dai grandi campioni. Lo è anche quando le persone possono vivere tramite il nostro sport. Se ci fossero 250 persone invece di 100, non sarebbe meglio? Io penso che ovunque ci siano troppi “Mandatory Tournaments” e durano per un tempo troppo lungo“.

Nessun Commento per “NADAL, LE PARTITE TRUCCATE E UN CALENDARIO NON GRADITO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.