NADAL: “NON MIRO AL NUMERO UNO”

Il maiorchino ha ammesso di non puntare alla corona di re del ranking. “Quello che conta è ritrovare la forma perfetta” ha affermato al suo arrivo a Barcellona, dove ha scambiato qualche colpo con Nishikori in un mini-campo preparato davanti alla Sagrada Familia
martedì, 24 Aprile 2012

“Il mio obiettivo è quello di far bene qui a Barcellona, non sto pensando al numero 1”. Con queste parole Rafael Nadal ha aperto la prima conferenza stampa tenuta al torneo Atp 250 di Barcellona, per poi di recarsi al primo allenamento sui campi del Real Club Tennis della città catalana.

Il maiorchino, che ha partecipato ad un’esibizione insieme con il giapponese Kei Nishikori davanti alla Sagrada Familia di Gaudì, ha tenuto a precisare che si trova più vicino al n.3 rispetto al n.1, e che il ranking non gli interessa. Per adesso l’unica cosa che conta è ritrovare la forma perfetta, anche in vista delle Olimpiadi di Londra di quest’estate, per le quali non ha voluto fare pronostici.

Rafael Nadal e Kei Nishikori davanti alla Sagrada Familia

Qui a Barcellona mi sento come a casa, gioco nella mia terra e sono molto felice. E’ uno dei miei tornei preferiti, inoltre qui il pubblico mi ha sempre supportato” ha poi detto Rafa, che ha poi aggiunto: “Qui si usano le stesse palline di Montecarlo, così è più facile adattarsi. La terra è meno fina di quella di Parigi o di Montecarlo, ma si gioca allo stesso livello rispetto al mare e con un clima molto simile a quello del Principato”.

Per Novak Djokovic e la sua stagione ricca di successi (prima della sconfitta rimediata da Nadal nella finale di Montecarlo con un netto 6/3 6/1), l’iberico ha riservato solo bellissime parole. Rafa conduce nei precedenti con 17 vittorie contro le 14 di Djokovic. E’ stato splendido battere Novak, ma se devo essere sincero per me era più importante riconfermarmi a Montecarlo. Quando tutto finirà, saranno ricordati i titoli, le vittorie, non l’avversario che hai sconfitto” ha detto Rafa, che nel Principato di Monaco ha fermato la striscia positiva di 7 successi di fila del n.1 del mondo.

In conferenza stampa Nadal è stato paragonato al Real Madrid, la squadra di cui è tifoso, che sabato sera al Camp Nou ha battuto il Barcellona portandosi a + sette punti dai blaugrana.Djokovic non ha perso al primo turno. E’ arrivato in finale, e quest’anno ha vinto gli Australian Open e il torneo di Miami. E’ ancora un anno spettacolare per lui. Nel calcio il Barcellona è stata la squadra più forte del mondo negli ultimi tre anni, su questo non c’è nessun dubbio, e sarà molto difficile per un’altra squadra ripetere quello che ha fatto. Pero il Real ha tutte le carte in regola per battere il Barca, come ha dimostrato sabato. E se quest’anno dovesse riuscire a vincere la Liga e la Champions, avrà fatto meglio del team catalano, perché lo sport premia sempre chi merita”.

A Barcellona Rafa mira alla settima vittoria, e arrivare al torneo con in tasca la vittoria di Montecarlo potrebbe essere una carta in più.Di certo arrivare qui dopo il trionfo al Principato di Monaco mi dà un po’ di tranquillità e di fiducia in più, ma non ho nessuna garanzia”, ha detto il sei volte campione del Roland Garros.

Il prossimo settembre la Spagna giocherà la semifinale di Coppa Davis contro gli Stati Uniti, ma Nadal non vuole ancora pensarci.Non prendo decisioni a distanza di quattro o cinque mesi da un evento. Vedremo come arriverò a quell’appuntamento”. E una medaglia alle Olimpiadi? “Non voglio pensare alle medaglie. Prima di tutto devo arrivare lì in forma. Si giocherà sull’erba al meglio dei tre set e basterà una svista per tornare a casa”.

Il super campione Bjorn Borg ha definito Nadal il tennista più forte della storia del tennis sulla terra rossa. Il maiorchino, però, non vuole commentare i complimenti ricevuti. “Quando smetterò di giocare, gli esperti potranno decidere dove collocarmi nella storia di questo sport. Ora è presto” ha concluso Rafael.

Nadal davanti al capolavoro di Gaudì

Rafa prova un colpo nell'insolito campo...


Nessun Commento per “NADAL: "NON MIRO AL NUMERO UNO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NADAL FACILE, FERRER ELIMINATO A Montecarlo ‘Rafa’ si qualifica per gli ottavi di finale, superando agevolmente Nieminen. La sorpresa di giornata è l’eliminazione di Ferrer, finalista lo scorso anno, battuto per 6-3 6-2 […]
  • IL PRUDENTE NADAL Rafael Nadal non si sbilancia: il maiorchino mette le mani avanti circa la possibilità di ripetere il record di vittorie su terra rossa dello scorso anno. L'incognita Djokovic è dietro l'angolo...
  • DJOKOVIC IN ‘SEMI’, SFIDERÀ BERDYCH A Monte-Carlo il serbo ha sconfitto per 6-4 6-1 l'olandese Robin Haase, mentre il ceco ha giocato un gran match contro Andy Murray, rimontando un set di svantaggio e imponendosi per 6-7 6-2 6-3
  • ‘NOLE’ E ‘RAFA’, ANCORA LORO! A Montecarlo Djokovic e Nadal si affronteranno in finale per l’ottava volta in poco più di un anno. Ha sempre vinto il serbo, ma lo spagnolo non perde nel Principato dal lontano 2003. Che […]
  • MONTE CARLO È ANCORA REGNO DI RAFA Ottavo sigillo consecutivo per lo spagnolo nel Principato. Battuto nell’ultimo atto il numero uno del mondo Novak Djokovic con il punteggio di 6-3 6-1
  • DJOKOVIC SI SALVA, E’ IN FINALE A Montecarlo, prestazione dai due volti del numero 1 del mondo che si salva nella prima semifinale contro Tomas Berdych. Vittoria in rimonta 4-6 6-3 6-2. Attende ora Nadal o Simon

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.