NADAL SHOCK: “VALUTERO’ SE ESSERE A PARIGI NEL 2019

Rafael Nadal mette in dubbio la sua partecipazione al prossimo Roland Garros

Tennis. E’ forse passata inosservata a molti un passaggio della lunga intervista rilasciata in esclusiva da Nadal ai colleghi Sky Sports, in Inghilterra. Qui il maiorchino mette clamorosamente in dubbio la sua prossima partecipazione al Roland Garros.

“Ho 32 anni, l’anno prossimo sarò ancora più vecchio e se mi avessero detto 7 o 8 anni fa che mi sarei trovato qui con tutti questi titoli avrei detto che era impossibile. Quando sarà il momento deciderò se tornare o meno a Parigi“.

Dichiarazioni clamorose, forse dettate dal momento, che però fanno il paio con quelle in cui Nadal si dice dubbioso anche riguardo la preparazione imminente per la stagione su erba: “Sono stati due mesi intensi per me, ho giocato tanto dopo essere ritornato dall’infortunio. L’anno scorso ho giocato bene e la preparazione era stata buona, adesso parlerò di nuovo con il mio team e deciderò cos’è meglio per il mio corpo”.

“Ho 32 anni, non puoi combattere contro il tempo ma non sono preoccupato per il futuro: il tennis è una parte importante della mia vita ma non è tutto. Dalla prima volta in cui ho giocato qui è stato subito amore e non solo per le vittorie”.

Un messaggio di addio, quello dell’undici volte campione a Parigi?

 


Nessun Commento per “NADAL SHOCK: "VALUTERO' SE ESSERE A PARIGI NEL 2019”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.