NADAL SI RITIRA! MURRAY IN FINALE

A Miami il maiorchino ha dato forfait a causa di problemi al ginocchio: "Non ero in grado di giocare. Non so quando potrò tornare in campo, ma spero di essere al 100% per la stagione sulla terra battuta"
venerdì, 30 Marzo 2012

Miami Colpo di scena in Florida. Rafael Nadal non scenderà in campo contro Andy Murray nella prima semifinale del Masters 1000 di Miami. I cronici problemi al ginocchio sinistro lo hanno costretto ad alzare bandiera bianca. Il numero due del mondo si è scusato con i propri tifosi su Twitter: “Lo siento mucho por mis fans, los que están aquí en Miami y los de todo el mundo. No me encuentro en condiciones para jugar hoy x mi rodilla“.  Intanto, nonostante il forfait dello spagnolo, non cambia l’orario di inizio della seconda semifinale: Novak Djokovic e Juan Monaco scenderanno in campo all’una italiane.

Solita tendinite. Ovviamente avvilito, il maiorchino si è presentato davanti ai giornalisti per chiarire l’entità del suo infortunio, specificando di portarselo dietro da un po’ di tempo: “Ho avvertito i primi fastidi a febbraio, durante una sessione di allenamento a Mallorca. Ma ad Indian Wells stavo bene e avevo quasi rimosso il problema. A Miami, però, ho sentito dolore al ginocchio sin dal primo giorno. Ho provato ogni tipo di trattamento ma, evidentemente, il fatto di aver continuato a giocare nonostante la tendinite ha solo peggiorato la situazione”. Rafa ha quindi ripercorso le ultime ore, decisive per propendere per il forfait:Stamane non mi sono allenato. Non ero proprio in grado di giocare. Avevo un forte dolore al ginocchio sinistro e ho capito che era impossibile scendere in campo“. Quindi un pensiero ai suoi tifosi, da lui informati su Twitter:Mi spiace davvero per tutti i miei fans presenti a Miami e per quelli che mi avrebbero seguito in tv. Spiace soprattutto a me abbandonare il torneo in questo modo”. Nessuna certezza, ovviamente, sui tempi di recupero:Non conosco ancora esattamente la situazione, ma pero di essere pronto per la stagione sul rosso. Devo prima parlare col medico (Angel Ruiz Cotorro, che però si è già detto ottimista, ndr).

Programmazione. Nadal ritiene che si tratti del solito problema al tendine rotuleo accusato negli anni scorsi: “In tal caso so che guarirò presto. I miei tendini sono in condizioni migliori rispetto a tre anni fa“. Dunque, per adesso, niente allarmismi ma solo precauzione. La tabella di marcia prevede sempre la sua presenza in campo a Montecarlo e Barcellona. Piccola curiosità: quello odierno è soltanto il secondo ritiro dello spagnolo in 777 partite da professionista; l’unico forfait della sua carriera risaliva al 2004, quando alzò bandiera bianca nel torneo di Estoril prima di scendere in campo nei quarti contro il georgiano Labadze. Per Andy Murray si spalancano dunque le porte della finale, la terza del 2012 dopo quella vinta a Brisbane contro Dolgopolov e quella persa contro Federer a Dubai. Domenica andrà a caccia del suo 2° titolo a Miami dopo quello conquistato nel 2009 (superò Djokovic 6-2 7-5).


2 Commenti per “NADAL SI RITIRA! MURRAY IN FINALE”


  1. Mariarosa ha detto:

    Spero che Rafa si riprenda presto per incominciare la stagione sul rosso; senza di lui naturalmente non sarebbe una stagione perfetta a tutti gli effetti :-)Parlo in sua difesa anche se non sono una sua ammiratrice ma propendo per Roger;Rafa è diventato quello che è per la sua grande tenacia e volontà di ferro e mi spiace a volte leggere commenti di alcuni che si permettono di sparlare a zero sulle sue qualità indubbie di campione e ricordiamo che in tutti gli incontri dimostra di essere una persona con grandi qualità umane.

  2. vincenzo ha detto:

    Intervista rilasciata dal Dott. Sanchez, quello che sta­ aiutando Nadal ad andare avanti.
    Quando c’è stato­ il primo contatto con lo staff di Nadal?
    “Mi hanno­ contattato dopo l’Open d’Australia. Nadal non­ riusciva a fare il suo gioco per via del dolore al­ ginocchio. In passato si era sottoposto a molti­ trattamenti, ma tutti sono stati inutili. Ogni volta­ aveva delle ricadute. Avevo subito capito che Rafa è un­ ragazzo con una forza di volontà straordinaria, solo­ questo gli ha permesso di non smettere. Perchè con i­ problemi alle ginocchia che aveva è incredibile come­ abbia potuto continuare a giocare”.
    La cura adesso­ è finita?
    “In questo momento non sto facendo­ nulla, ma dovrà tornare da me. I tendini continueranno­ a logorarsi, e dovranno essere rigenerati”
    Il­ fisico di Nadal resisterà per molti anni­ ancora?
    “Rafa è arrivato dove è arrivato perchè­ fisicamente è un fenomeno, oltre a saper giocare bene a­ tennis. Inoltre il trattamento col plasma arricchito­ con lui ha funzionato perchè il suo organismo funziona­ benissimo. Non sempre la cura dà gli stessi risultati­ in tutti i casi. Per questo motivo non è un trattamento­ miracoloso, non è come avere una bacchetta magica. Ora­ è importante che Rafa sappia dosarsi bene. Non può­ pretendere di vincere tutti i tornei a cui parteciperà­ da qui a 10 anni. Deve imparare a curarsi e a­ preservarsi se vuole durare ancora molti anni. Già lo­ ha fatto quest’anno. Dovemmo convincerlo che non­ poteva giocare a Barcellona altrimenti avrebbe messo a­ rischio la cura. Speriamo che abbia capito il­ concetto”.
    Secondo voi l’ha­ capito?…ritirandosi a Miami sembrerebbe di sì….


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NADAL DISINNESCA NISHIKORI A Miami, una prestazione non esemplare dello spagnolo è bastata per avere la meglio di Nishikori: 6-4 6-4 il punteggio finale. Bene Murray, affronterà Tipsarevic. Avanti anche Mardy Fish.
  • ATP E WTA MIAMI 2012 – VIDEO Con una serie di video, vi mostriamo i momenti più belli ed esaltanti relativi ai tornei Atp e Wta di Miami 2012. Dal ritiro di Gonzalez al successo di Djokovic, dal ritorno di Venus […]
  • ATP MIAMI, PROMOSSI E BOCCIATI Con il successo di Nole è calato il sipario sul secondo Masters 1000 della stagione. Proviamo ora a tirare le somme assegnando le pagelle ai protagonisti del torneo maschile: tra conferme, […]
  • MURRAY ATTENDE NADAL "Sarà un incontro duro, ma allo stesso tempo divertente, perché mi piace giocare contro di lui. Sta giocando un buon tennis in questo momento, specie considerando il lungo break che ha avuto"
  • MURRAY SI SALVA CON TIPSAREVIC A Miami, nonostante qualche problema fisico, Andy Murray recupera un set e un break di ritardo al serbo vincendo 6-4 al terzo set. Attende ora Rafa Nadal o Jo Tsonga in semifinale.
  • DJOKOVIC: SONO ANCORA IL PIU’ FORTE Il n.1 del mondo ha conquistato il terzo titolo a Miami battendo lo scozzese Andy Murray. “Questa vittoria mi dà molta fiducia per il resto della stagione” ha detto

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.