NADAL SOFFRE, MA PASSA. TSONGA E CILIC SUL VELLUTO

TENNIS - A fatica Rafael Nadal rispetta il pronostico e supera il 1° turno del Roland Garros. Il tedesco Brands lo mette alle corde per quasi due set, prima di arrendersi 4-6 7-6 6-4 6-3. Vittorie rapide per Tsonga,Cilic e Nishikori, mentre Almagro chiude in quattro. Fuori Stepanek
lunedì, 27 Maggio 2013

Parigi – Per circa un’ora e mezza  si teme il peggio sul centrale del Roland Garros, che ospita l’esordio nel torneo del campione uscente Rafael Nadal. Daniel Brands, armadio tedesco n.59 del mondo, prende letteralmente a pallate il fuoriclasse maiorchino, che rischia di finire sotto sue set a zero, ma da campione riesce a rialzarsi, portando a casa il match per 46 76 64 63. I restanti incontri della prima parte di giornata premiano senza indugi Jo Wilfried Tsonga, 62 62 63 a Bedene , Marin Cilic, 61 62 63 a Petzschner e Key Nishikori, 63 62 60 a Lavine. Soffre un set invece Nicolas Almagro, che supera in 4 l’austriaco Haider -Maurer 46 64 63 63. Tre tiè-break fatali invece per Radek Stephanek contro il giovanissimo australiano Kyrgios.

Rafa trema per 90 minuti: Il primo match in uno slam in uno slam si sa, non è mai facile, anche se ti chiami Rafa Nadal e giochi sul tuo campo di “casa”. Se poi davanti di trovi un armadio di 2 metri che spara missili su tutto l’arco del campo allora tutto si complica. Daniel Brands, 25enne  n.59 del mondo, esordisce sul centrale di Parigi con l’atteggiamento giusto, consapevole di giocarsi la sua prima sfida contro Nadal senza nulla da perdere. Un primo set a colpi di servizi porta i giocatori fino al 4-4, con lo spagnolo che manda alle ortiche due palle break consecutive nell’8 gioco. Brands, non lascia ragione l’iberico, costretto troppe volte a rincorrere per tutta la diagonale del campo. Forte anche di un 83° di punti con la seconda palla, il tedesco  si rimette in carreggiata, e nel game successivo mette piazza la zampata vincente nell’unica occasione ricevuta, prima di portare a casa il 6-4 grazie ad un ottimo turno al servizio. Rafa corre molto ma non in maniera costruttiva, lasciando troppo campo ai colpi possenti del tedesco. Nel secondo set il n.4 del mondo fallisce ancora una palla break nel secondo gioco, lasciandosi l’avversario alle calcagna. Brands non lascia più nulla e nella guerra dei servizi si arriva all’inevitabile tiè-break. Il mini break in apertura permette al tedesco di scappare sul 3-0, sprecando poi malamente a rete la palla del 4-0. E’ il punto che cambia le sorti del parziale, con Nadal che mette a segno 4 punti in serie per salire 4-3, il tedesco accusa il colpo, e dopo il 4-4 tira il freno a mano lascindo scappare il maiorchino fino al 7-4 finale. In avvio di terzo set arrivano segnali pessimi Brands, che perde il primo servizio della sua partia. Nadal cambia passo, allunga la sua profondità di palla, e con un 94% di prime in campo spegne le 4 palle del controbreak che il suo avversario riesce a procurarsi prima di alzare bandira bianca sul 6-4. Ormai con i giri giusti il carrarmato spagnolo  da l’ultima spallata al tedesco, e con l’ennesimo break in avvio, mette in ghiaccio anche il quarto e ultimo set per 6-3.

Tsonga,Cilic e Nishikori a braccetto. Le teste di serie rispettivamente n.6,10 e 13 esordiscono sul rosso parigino con prestazioni agevoli e assai rapide. Per Jo Wilfried Tsonga bastano meno di 2 ore per far fuori lo sloveno Aljaz Bedene, n.80 del mondo alla prima sfida contro il transalpino. Per il padrone di casa tutto facile sin dalle prime battute, per un dominio costante fino al 62 62 63 che chiude il primo turno. Sulla stessa scia anche Marin Cilic, che in poco più di 90 minuti lascia 6 game al tedesco Philipp Petzschenr, n.102 del mondo. A colpi di servizio ed errori avversari, il croato approda al 2° turno con il punteggio  di 61 62 63. Bene anche  il giapponese Kei Nishikori, che in prima mattina liquida il canadese Jessie Lavine, n.90 con un secco 63 62 60.

Almagro regala un set. Stepanek crolla. Vittoria in rimonta per Nicolas Almagro, testa di serie n.11, che deve cedere un set all’estroverso austriaco  Andreas Haider –Maurer, n.105, capace di portare a casa un ottimo primo set prima di lasciare spazio alla concretezza di un terraiolo doc come l’iberico, che passa 46 64 63 63. Finisce male invece per il veterano ceco Radek Stepanek, sconfitto dal 18enne australiano Nikc Kyrgios, wild card n.262 del mondo, che mette a segno un triplice tiè-break.

Ecco i risultati della prima parte della giornata:

Nadal b.Brands 4-6; 7-6; 6-4; 6-3
Tsonga b. Bedene 6-2; 6-2;6-3
Benneteau b. Berankis 7-6; 6-3; 5-7; 7-6
Roger Vasselin b. Alund 6-2; 4-6; 6-1; 6-0
Almagro b.Haider Maurer 4-6; 6-4;6-3; 6-3
Klizan b. Russell 3-6; 6-3; 6-1; 1-0 ritiro
Donskoy b.Struff 7-6; 2-6; 7-6; 6-2
Cuevas b. Mannarino 6-3; 2-6; 6-3; 5-7; 7-5
Nishikori b. Levine 6-3; 6-2; 6-0
Cilic b. Petzschner 6-1;6-2;6-3
Sijsling b. Melzer 6-4; 6-3; 6-2
Zemlja b. Giraldo 6-1; 6-4; 6-1
Rosol b. Riba 6-3; 6-4; 6-4
Robredo b. Zopp 6-3; 6-2; 6-1
Kyrgios b. Stepanek 7-6; 7-6;7-6(11)


Nessun Commento per “NADAL SOFFRE, MA PASSA. TSONGA E CILIC SUL VELLUTO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.