RAFA VS ROGER, IL MATCH DEI MATCH

Il tabellone di Indian Wells ci regala il 28mo capitolo della sfida delle sfide: Federer vs Nadal, un incontro che come sempre coinvolgerà milioni di appassionati
sabato, 17 Marzo 2012

Indian Wells (Stati Uniti) – E’ un week end pieno di numeri importanti per Roger Federer a Indian Wells; lo svizzero infatti ha raggiunto sul cemento americano la sua 250esima vittoria in un Master 1000, battendo nei quarti di finale Juan Martin Del Potro (con il punteggio di 6-3, 6-2), e si appresta a disputare la sua settima semifinale in nove anni.

Ovviamente, per ‘festeggiare’ questa pietra miliare, non poteva che esserci dall’altra parte della rete il suo miglior avversario, ovvero quel Rafael Nadal che ha dovuto faticare un po’ per aver ragione di un ottimo David Nalbandian, ma che comunque ha mostrato ancora una volta una cattiveria agonistica che gli regala una marcia in più quando necessario.

Tuttavia l’ultima volta che lo svizzero è approdato in finale da queste parti è stato nel 2006, anno in cui Roger ha messo a segno anche il suo terzo titolo consecutivo in quel di Indian Wells.

Rafa sta facendo un ottimo lavoro – ha affermato Roger – e comunque rimane uno dei migliori giocatori di tutti i tempi. Ogni volta i nostri match sono sempre molto interessanti, quindi non vedo l’ora di scendere in campo di nuovo contro di lui”.

“Credo che Indian Wells e Miami i campi si adattino meglio al gioco di Rafa, perché sono più lenti rispetto ad altre realtà del circuito. Credo che riesca a muoversi al meglio su queste superfici e la dimostrazione sono i risultati che ha raggiunto qui negli ultimi anni”.

Analizzando l’ultimo match, al di là del primo gioco in cui Del Potro è stato vicino a conquistare il break d’apertura, Federer non ha mai accusato grandi difficoltà contro l’argentino, anzi è riuscito per ben tre volte a fare suo il servizio dell’avversario, ed ha messo a segno nel corso del match ben 13 ace, portando a casa la partita dopo soli 69 minuti di gioco. Una dimostrazione di solidità.

Per me è stato un ottimo match – ha proseguito Federer – mi aspettavo in qualche modo una reazione positiva in campo, specie dopo il match difficile che ho avuto contro (Thomaz) Bellucci. Di solito mi ci vuole un po’ più di un giorno per reagire a certi incontri, mentre oggi è stato diverso, ho giocato bene contro un ottimo giocatore. Sono contento di aver mantenuto intatta la mia striscia positive contro Del Potro in questo 2012”.

Federer ha migliorato il suo record personale contro Del Potro, salendo a 11-2 nell’head to head con la quarta vittoria di fila dall’inizio dell’anno. Le uniche vittorie di Del Potro contro Roger risalgono  al 2009, ovvero agli Us Open e alle Atp Finals.

Da parte sua anche Rafa non ha potuto fare a meno di sottlineare l’importanza del match ed anche se si tratta ‘solo’ di una semifinale, questo secondo il maiorchino non fa venire meno il fascino della sfida.

Sono sempre delle partite speciali – ha ammesso lo spagnolo –  perché hanno un valore particolare per tutti e due ;anche se non è una finale quella che ci vedrà opposti il significato dell’incontro non viene meno”.

Giocare contro Roger è un po’ come scendere in campo contro il ‘resto del mondo’ perché probabilmente mi trovo di fronte il miglior tennista della storia, contro cui ho disputato i più bei match della mia carriera. E’ per questo che ogni volta i nostri incontri hanno un valore particolare“.

Nonostante i numerosi complimenti per Roger, Rafa per quanto riguarda la superficie ha affermato: “ Non credo che questa superficie sia più lenta rispetto ad altri campi veloci del circuito. La palla si muove bene e in maniera veloce. Può darsi che il prossimo anno sarà più veloce se Roger ha affermato questo. Scherzi a parte, questa settimana ho avuto tanti richiami per essere andato oltre con il tempo… è la verità!”.

Ora non resta che attendere la discesa in campo la 28ma sfida tra i due (18 vittorie per Rafa, 9 per Roger).


Nessun Commento per “RAFA VS ROGER, IL MATCH DEI MATCH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • INDIAN WELLS: IL DRAW MASCHILE E’ stato reso noto il tabellone del primo Masters 1000 stagionale. Ad Indian Wells come a Melbourne, c’è Murray dalla parte di Djokovic, Federer da quella di Nadal. Dura ma non impossibile […]
  • LAVER CUP: NEL 2019 TORNA NADAL, FEDERER AL SETTIMO CIELO L’edizione 2019 della Laver Cup vedrà lo spagnolo ai nastri di partenza, dopo l’assenza forzata nel 2018
  • NADAL E DEL POTRO SI SFIDANO, FEDERER VOLA Il numero uno del mondo e l'argentino completano le vittorie in tre set su Muller e Simon e si sfidano negli ottavi di finale. Federer spazza via Nalbandian
  • TEST IMPORTANTE PER MILOS RAONIC Nella notte italiana il canadese se la vedrà con Federer per un posto negli ottavi del Masters 1000 di Indian Wells. L'incontro può essere una prova attendibile per capire il reale valore […]
  • FERRU-DELPO AGO DELLA BILANCIA Anche se i diretti interessati non entrano nell'argomento, il singolare di domani fra David Ferrer e Juan Martin Del Potro appare fondamentale nell'economia della finalissima di Coppa Davis
  • COPPA DAVIS: LA FINALE IN 5 VIDEO Riviviamo insieme la finale di Coppa Davis appena conclusa, vinta dalla Spagna per 3-1 contro l'Argentina. All'interno i filmati con gli highlights dei quattro incontri e della premiazione finale

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.