NASCE OGGI: DAVID FERRER, IL PRODE SPAGNOLO

Compie 35 anni David Ferrer, lo spagnolo numero 32 del ranking mondiale. Dotato di un servizio molto potente, Ferrer non ha in sé una grande tecnica, ma il suo punto di forza è la determinazione....

Tennis – Tanti cari auguri a David Ferrer, uno dei tennisti spagnoli più caparbi del tennis. Nato a Javea nel 1982, David si affaccia al mondo della pallina gialla all’età di 7 anni grazie alla figura del padre e del fratello.

La serietà e il rispetto per il gioco di Ferrer probabilmente derivano, in parte, da un episodio molto particolare della sua vita: da adolescente frequentava la scuola di tennis di Javier Piles ed un giorno lo stesso Piles, accortosi che il ragazzo non si stava affatto impegnando negli allenamenti, decise di rinchiuderlo in uno stanzino piuttosto buio per alcune ore. Quando uscì dallo stanzino, David non si fece vedere per una settimana al circolo di Piles, finché il settimo giorno tornò scusandosi per il suo comportamento e con l’intenzione di iniziare seriamente il suo percorso.

David Ferrer è un maestro di umiltà, lo si evince da una sua dichiarazione piuttosto lampante: “Non ho mai vinto uno Slam perché evidentemente non lo merito“. In realtà, ci è andato piuttosto vicino nel 2013 quando arrivò in finale al Roland Garros, perdendo contro il suo connazionale Rafa Nadal.

Potrà nascere un nuovo David Ferrer, magari, ma un nuovo Nadal no. Lui è stato qualcosa di unico e di irripetibile” ha dichiarato di recente, dimostrando la grande stima e obiettività per il suo amico Nadal.

Sebbene il 2016 difficile e un 2017 in totale sordina, David Ferrer ha conquistato in carriera 26 titoli ATP, raggiunto la posizione numero 3 del mondo e ottenuto l’insalatiera di Coppa Davis per ben 3 volte (2008, 2009 e 2011).

 


Nessun Commento per “NASCE OGGI: DAVID FERRER, IL PRODE SPAGNOLO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DAVID FERRER, A RIO RIVINCITA A CINQUE CERCHI DI LONDRA L’esperto tennista iberico Ferrer ricorda la cocente eliminazione patita nella semifinale del doppio olimpico contro Tsonga e Llodra
  • BUON COMPLEANNO DAVID FERRER L’attuale numero 6 del mondo compie 32 anni. In carriera ha vinto 21 tornei e perso 22 finali. In bacheca vanta tre Coppe Davis e tante vittorie su terra, cemento e persino erba. Il suo […]
  • AUGURI A DAVID FERRER, MAESTRO DI UMILTÁ Il numero 7 Atp ha vinto in carriera 24 tornei Atp e perso 25 finali, 16 delle quali contro uno tra Federer, Murray, Djokovic e Nadal. Logico pensare che senza i Fab Four avrebbe ottenuto […]
  • TRE DECADI PER “FERRU” Compie trent’anni David Ferrer, spagnolo attualmente al numero 5 del ranking, giocatore amato per la sua tenacia ed il suo spirito di sacrificio. Gli porgiamo, ammirati, i nostri più sentiti auguri
  • FERRER, L’INCONSAPEVOLE VOLANO DI UN MOVIMENTO IN PREPOTENTE ASCESA Tennis – Nel giorno del suo 31simo compleanno, vogliamo tessere le lodi di David Ferrer, un campione di umiltà che ha costruito il suo successo attraverso la cultura del lavoro. Ed oggi, […]
  • FOGNINI IMPEGNA DJOKOVIC, MA NON BASTA L'azzurro strappa il primo set al serbo per 9 punti a 7 nel tie-break, ma poi cede con un periodico 6-2. Rimonta vincente anche per Tsonga (6-7 6-4 6-4 a Bellucci), mentre hanno vinto […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.