NICK KYRGIOS POTREBBE SALTARE LA DAVIS

Il 19enne austaliano ha subìto una frattura da stress alla terza vertebra lombare. Starà fuori due settimane, ma la sua degenza potrebbe allungarsi a un mese. Fortemente in dubbio la sua presenza in Davis a inizio marzo. Ci sarà invece Bernard Tomic, che ha annunciato la collaborazione con Tony Roche.
lunedì, 2 Febbraio 2015

Tennis – Gli Australian Open sono conclusi e gli australiani ne escono con un bilancio tutto sommato positivo. Lo dimostra la classifica. Nick Kyrgios, sconfitto nei quarti di finale da Andy Murray, guadagna 18 posizioni, passando dal numero 53 al numero 35 nel ranking. Diciotto posizioni le guadagna anche Bernard Tomic dopo aver giocato il quarto turno a Melbourne. Tuttavia, il post-AusOpen non risulta essere positivo per i due talenti. Il primo ha subito una lesione alla schiena che lo terrà lontano dai campi almeno per un mese. Il secondo ha definitivamente divorziato dal padre allenatore scegliendo la leggenda Tony Roche.

Il diciannovenne di padre greco e madre malese potrebbe saltare il turno di Coppa Davis contro la Repubblica Ceca previsto per inizio marzo. La risonanza magnetica cui si è sottoposto dopo l’eliminazione ai quarti di finale di Melbourne ha evidenziato una lesione da stress alla schiena per il talento nato a Canberra nel 1995.

Come ha confermato conferma il suo allenatore Todd Larkham ad Halifax Media, Nick Kyrgios aveva avvertito i primi dolori durante la Indian Premier Tennis League, riuscendo tuttavia a recuperare per giocare lo Slam di casa. Ma il fastidio si è riacutizzato nel corso del torneo. Esami più approfonditi saranno portati a termine tra due settimane per capire la reale entità dell’infortunio. Ovviamente, come succede in questi casi, la prudenza massima è d’obbligo. Nick Kyrgios ha deciso di saltare i tornei di Marsiglia e Dubai e, purtroppo per la sua Australia, non è certa nemmeno la sua presenza nel match di Davis del 6-8 marzo contro il team della Repubblica Ceca.

Todd Larkham conferma le scelte del talento australiano: “Starà lontano dai campi per almeno due settimane. I medici pensano che possa stare fuori anche per 4-6 settimane e in quel caso sarebbe costretto saltare la Davis. Vediamo come vanno le cose dopo un po’ di riposo”. Larkham confessa poi che anche durante gli AusOpen il suo assistito non era non era al 100%: “Aveva molto dolore ed è stato molto coraggioso. Voleva giocare il torneo a tutti i costi e, considerato il tipo di infortunio, posso dire che ha giocato un grande torneo”.

In Coppa Davis dovrebbe esserci, invece, Bernard Tomic. Il tennista nato a Stoccarda si presenterà alla corte di coach ad interim Wally Masur con un nuovo allenatore, Tony Roche. John Tomic, il vulcanico padre di Bernard, ha deciso infatti di seguire soltanto la figlia Sara, 16 anni, interrompendo l’assistenza al figlio maggiore. Tuttavia, ha mostrato soddisfazione per il raggiunto accordo con l’ex allenatore di Ivan Lendl e Roger Federer, chiarendo però che il rapporto con il figlio non dovrebbe durare più di 5-6 settimane all’anno. Si tratterà quindi di un rapporto part-time per Tony Roche, già impegnato full-time con il veterano Lleyton Hewitt. Bernard Tomic diventa così il terzo australiano alla corte dell’Hall of famer Tony Roche dopo lo stesso Hewitt e Pat Rafter, allenato dal 1997 al 2002.

Il team australiano di Davis si dovrebbe quindi presentare a Ostrava per l’impegno di coppa con Bernard Tomic, Lleyton Hewitt, Sam Groth e Thanasi Kokkinakis. Wally Masur, coach reggente dopo le dimissioni di Pat Rafter, potrebbe cominciare bene la sua avventura in Davis. Si giocherà infatti su superficie dura e la Repubblica Ceca sarà orfana del numero 1 Thomas Berdych, recente semifinalista a Melbourne e protagonista nella vittoria dell’Insalatiera nella stagione 2012-13.

Foto: Nick Kyrgios agli Australian Open 2015 (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “NICK KYRGIOS POTREBBE SALTARE LA DAVIS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.