NOAH REPLICA ALLE ACCUSE DI CLEMENT: “ARNAUD MI PIACE MA HA TANTI PROBLEMI…”

Non accennano a placarsi le polemiche tra Clement e Noah. Alle dichiarazioni dell'attuale e confermatissimo selezionatore francese si aggiungono le risposte dell'ex vincitore del Roland Garros. Il presidente Gachassin: "Noah telefoni Clement per spazzare via questa querelle".
giovedì, 11 Dicembre 2014

Continua il botta e risposta tra Arnaud Clement e Yannick Noah. Sulla scia emotiva della cocente sconfitta in finale della Francia contro la Svizzera a Lille qualche settimana fa, non accennano a placarsi le stilettate al veleno tra i due. Il valzer, aperto dalle dichiarazioni dell’ex coach dei ‘galletti’ ritenute ‘poco eleganti’ da quello che è, attualmente, il selezionatore transalpino hanno avuto un seguito al vetriolo.

Clement, infatti, all’indomani della sconfitta contro Federer e compagnia aveva accusato Yannick di essere stato particolarmente ‘violento’ nelle sue dichiarazioni, prendendo quest’ultime come un forte attacco alla sua persona. ” Trovo davvero incomprensibile come si possa giudicare dall’esterno la preparazione e le vicende di ogni singolo match giocato qui a Lille”, aveva tuonato Clement. Quest’ultimo, peraltro, è stato rinconfermato alla guida tecnica del Paese dal grande capo del tennis transalpino Jean Gachassin in tempi non sospetti, ossia proprio poco prima che la finale avesse inizio.

Ieri Richard Gasquet, ultimo ‘moschettiere’ ad ammainare la bandiera in finale, dalle pagine dell’Equipe aveva peraltro teso virtualmente la mano allo stesso Noah, spiegando come sarebbe utile se l’esperienza del bicampione Davis potesse essere messa a disposizione di questa generazione di tennisti francesi, etichettata come le ‘grandi promesse mai mantenute’. Oggi a far chiarezza (eufemismo) sulla querelle, è però lo stesso ex campione del Roland Garros, e lo fa stuzzicato dai microfoni di BFM TV: “Hanno accusato me dicendo che volessi a tutti costi entrare a far parte del team” , dice l’ex campione. “Ho vissuto tanti momenti come questi, ho esperienza e sono fiducioso di poter portare qualcosa, di questo ne sono certo. Ma non devo parlare io, non sono il selezionatore…certo è che dovremmo tutti portare ai massimi livelli la nostra energia per far si che la Francia torni a trionfare. Non possiamo nasconderci o peggio ancora non tentare di fare tutto il possibile soltanto per salvaguardare i nostri interessi personali”. Sul fatto che Arnaud Clement si fosse risentito circa i suoi commenti, Yannick non ha dubbi: “E’ un peccato che si sia venuta a creare questa situazione. Arnaud a me piace ma evidentemente ha un sacco di problemi da dover risolvere. Ad ogni modo ribadisco il concetto, è lui il selezionatore ed è lui pagato per portare in alto la nostra bandiera”.

A gettare acqua sul fuoco è stato comunque lo stesso presidente Gachassin, che non meno di qualche giorno fa aveva auspicato questo scenario: “Se Yannick Noah vuole essere coinvolto o vorrebbe avvicinarsi alla Federazione francese di tennis, chiami Arnaud Clement. Sarebbe la soluzione migliore piuttosto che continuare in queste inutili polemiche.”


Nessun Commento per “NOAH REPLICA ALLE ACCUSE DI CLEMENT: "ARNAUD MI PIACE MA HA TANTI PROBLEMI..."”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.