NOISE FROM AMERICA: SERENA WILLIAMS È INCINTA?

Una clamorosa indiscrezione non confermata arriva dagli Stati Uniti. Serena Williams sarebbe incinta di 12 settimane del suo compagno, il rapper Drake.
martedì, 27 Ottobre 2015

TENNIS – Lo abbiamo pensato tutti: la debacle agli US Open ha ferito così tanto Serena Williams da spingerla ad abbandonare le competizioni a seguire. Eppure la sfida persa malamente contro la nostra Roberta Vinci potrebbe non essere l’unico motivo che ha allontanato la ‘leonessa’ dai campi da tennis. Le voci insistenti che arrivano dai media statunitensi raccontano di una Serena incinta del suo compagno Drake. Secondo ‘The Tennis Times’ sarebbe stata una persona molto vicina al rapper, un collega della casa discografica Ovo, a rivelare la news: “Sapevo che era una cosa seria quando mi ha detto che ‘Hotline Bling’ era stata fatta per Serena e ogni volta che lei chiama parte quella suoneria. Ha detto di avere intenzione di mettere una foto dell’ecografia del suo futuro figlio sulla copertina del suo prossimo album ‘Views from the 6’ per far sapere a tutti che è padre, siamo tutti felicissimi per lui”.

Ma non è tutto. I media a stelle e strisce sono davvero scatenati e alcuni riportano delle indiscrezioni particolarmente colorite, come amici che confermano la gravidanza e addirittura le parole del padre di Serena, che avrebbe commentato così la sua assenza dalle WTA Finals di Singapore: “Serena sta nascondendo qualcosa che potrebbe influenzare il suo gioco”. Secondo quanto riportato da ‘Notallowed.com’, infine, la tennista numero uno al mondo sarebbe alla dodicesima settimana di gravidanza, cioè al terzo mese. Non ci sono ancora conferme né smentite da parte dei diretti interessati per questo ci sentiamo di dire che al momento queste rimangono soltanto indiscrezioni, voci di corridoio.

Nessuna sanzione per l’assenza dalle Wta Finals. La numero 1 al mondo avrebbe dovuto competere a Singapore insieme ad altre 7 colleghe, quelle che hanno guadagnato più punti nel 2015 conquistandosi la kermesse finale del circuito WTA eppure, l’1 di ottobre, la Williams aveva annunciato il suo ritiro. Secondo il regolamento WTA (titolo IX, sezione A, capitolo 1) la giocatrice che si qualifica “deve partecipare e competere” ma, se decide di rinunciarvi “è necessario che partecipi al torneo per almeno due giorni interi (per almeno tre ore al giorno) impegnata in eventi promozionali a beneficio della WTA e/o del torneo”. In caso contrario, secondo il paragrafo F, è prevista una forte sanzione economica:  125mila dollari. Eppure pare che per Serena non arriverà nessuna sanzione pecuniaria. Lo ha confermato Micky Lawler, presidente della WTA: “Credo che Serena non stia bene, non ho dubbi a riguardo, e credo che se non si è in forma non ha molto senso volare in giro per il mondo”. Che la WTA sappia qualcosa sulla presunta gravidanza di Serena?

 


Nessun Commento per “NOISE FROM AMERICA: SERENA WILLIAMS È INCINTA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.