A NOTTINGHAM IL PRIMO TRIONFO DI ISTOMIN

Due tie-break per battere Querrey nell'ultimo atto del torneo britannico. L'uzbeko sfrutta la maggiore freschezza dopo la semifinale soft con Baghdatis e porta a casa il titolo
sabato, 27 Giugno 2015

TENNIS – Con la finale del sabato, va in archivio anche l’ultima anticamera pre-Wimbledon. L’erba di Nottingham elegge il suo prescelto e lo fa in un match di grande intensità, nonostante i due set conclusivi. Ad aggiudicarsi il titolo britannico è Denis Istomin, che nell’ultimo atto della manifestazione sconfigge un generoso Sam Querrey conquistando così il suo primo successo in carriera.

L’uzbeko sfrutta la differenza di energie all’indomani delle semifinali. I due giocatori arrivano all’appuntamento decisivo dopo un venerdì agli antipodi: Istomin ottiene il pass in tre game per il ritiro di Baghdatis, mentre l’americano è costretto al terzo da Dolgopolov. La fatica si sente tutta, ma il match rimane ugualmente di buon livello: il servizio di entrambi si rivela compatto fino al nono game, quando il tennista di Orenburg accusa una flessione, ma lo statunitense non ne approfitta a dovere e si va al primo tie-break. Ai vantaggi, Querrey cede di schianto un parziale di sei scambi a zero ed è costretto all’improbabile rimonta, che ovviamente non arriva: il suo rivale si impone 7-1.

Secondo set che fa registrare un aumento di colpi di scena, soprattutto per i passaggi a vuoto di entrambi durante il servizio. Istomin mette la testa avanti grazie a due break e arriva addirittura al 5-2 e servizio, poi spreca malamente il considerevole vantaggio e subisce un recupero insperato: l’americano dimezza il gap, va al servizio e deve annullare un match point, infine agguanta il 5-5. Conservato il turno di battuta, deve sfruttare l’inerzia favorevole ma spreca un set point sul 6-5 e l’uzbeko si rimette in carreggiata, rinviando il verdetto del secondo parziale al tie-break. La lotta è più serrata rispetto al primo, ma Querrey arriva sul 5-1 e sembra mettere in ghiaccio il set. Nel suo momento migliore, però, subisce un nuovo capovolgimento di fronte che porta Istomin sul 6-5. Il secondo match point di giornata va a vuoto, non il terzo: la vittoria arriva in due tie-break, il secondo dei quali chiuso 8-6.

Primo titolo per il tennista uzbeko, che finora aveva collezionato soltanto due finali perse a New Haven e San Josè. Buon viatico in vista di Wimbledon, anche se dovrà faticare parecchio per l’ingresso di tutti i big. Adesso due settimane di grande passione sull’erba londinese.


Nessun Commento per “A NOTTINGHAM IL PRIMO TRIONFO DI ISTOMIN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NOTTINGHAM, FINALE ISTOMIN-QUERREY Semifinali in Inghilterra, Baghdatis si ritira dopo appena tre games e lascia la qualificazione nelle mani dell'uzbeko. Sfida tiratissima dall'altra parte, serve un concitato terzo set per […]
  • BOLELLI OUT, PASSA BAGHDATIS Nottingham, il bolognese si ferma ai quarti contro il cipriota, che invece continua la sua corsa da outsider. Vittoria anche per Istomin e Querrey, entrambi in semifinale dopo tre set tiratissimi
  • NON C’E’ DUE SENZA TRE TENNIS, SCOMMESSE - Due giorni perfetti consecutivi, tutti i pronostici centrati. Cerchiamo il terzo di fila, scoprite come.
  • UNA LOTTA… TRA DUE FAVORITI TENNIS, SCOMMESSE - Giornata pressochè perfetta quella di giovedì, proviamo a ripeterci con due pronostici nella giornata di quarti di finale
  • UN ANTEPOST IN CORSA TENNIS, SCOMMESSE - Vediamo un favorito a San Paolo, e non è Nadal. Proponiamo altre giocate per giovedì, giorno di ottavi.
  • DUE OVER E UN HANDICAP PER RIPARTIRE ALLA GRANDE Sono tre le giocate per la notte: abbiamo selezionato due over a livello ATP e un handicap tra le donne.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.