NOVAK DJOKOVIC CRITICO SULLE CONDIZIONI A TOKYO

Il numero 1 del mondo ha criticato le condizioni climatiche in cui si sta giocando a Tokyo
domenica, 25 Luglio 2021

Tennis. Novak Djokovic non ha avuto alcun problema contro Hugo Dellien nel suo match di esordio alle Olimpiadi di Tokyo.

Il numero 1 del mondo si è imposto con un duplice 6-2, ma a generare polemiche sono state soprattutto le condizioni climatiche estreme che i giocatori hanno dovuto affrontare.

Credo proprio che a nessuno piaccia giocare con un caldo e un umidità del genere, è dura per tutti – ha sentenziato Djokovic -. 

Mi aspettavo che le condizioni fossero complicate, ma quando vieni qui e le provi sulla tua pelle capisci che non sei mai preparato abbastanza.

Sembrava che l’aria da respirare fosse assorbita dal campo. È stata dura, anche perché giocando a quest’ora, per come è fatto lo stadio, hai metà del campo in luce e metà del campo in ombra, e quindi non è facile vedere la palla nel migliore dei modi”.

Il 20 volte campione Slam è sceso poi nel dettaglio: “Non capisco perché la ITF non sposti i match un po’ più tardi.

Il mio è stato l’ultimo match sul campo centrale ed è finito alle cinque o giù di lì, quindi ci sono ancora due ore di luce del giorno e sul campo ci sono anche i riflettori, si può giocare fino a mezzanotte.

Capisco che ci sia il coprifuoco, ma spero che la ITF capisca che così non va bene, oggi ci sono anche stati dei ritiri. Le Olimpiadi sono un’esperienza fantastica e non è giusto che finisca così. 

Quindi l’unica cosa da fare è collocare i match nel tardo pomeriggio o durante la sera. Noi giocatori non possiamo fare altro che prendere atto delle decisioni che vengono prese da altri, ma così non è facile giocare”.


Nessun Commento per “NOVAK DJOKOVIC CRITICO SULLE CONDIZIONI A TOKYO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.