NOVAK DJOKOVIC: “MI CONSIDERO IL MIGLIORE”

Il numero 1 del mondo ha ammesso senza mezzi termini di considerarsi il migliore della sua epoca
domenica, 18 Luglio 2021

Tennis. Novak Djokovic ha coronato il suo lunghissimo inseguimento agli eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal, eguagliandoli a quota 20 titoli del Grande Slam.

Il numero 1 del mondo ha vinto Wimbledon per la sesta volta in carriera, la terza di fila. Il fuoriclasse serbo ha deciso di partecipare anche alle Olimpiadi di Tokyo per continuare a cullare un sogno chiamato ‘Calendar Golden Slam’.

“Mi considero il migliore e credo di essere il migliore, altrimenti non potrei parlare con fiducia di fare la storia e vincere Slam. Che poi sia il più grande di sempre è materia di dibattito per gli altri, è difficile paragonare epoche diverse; è cambiato tutto, racchette, tecnologia, palline, campi.

Le condizioni sono del tutto differenti, quindi non è possibile paragonarci ai tennisti di 50 anni fa. Di sicuro sono onorato di far parte del dibattito sui più grandi” – ha dichiarato il 34enne di Belgrado.

“Credo di essere migliorato in tutto da 15 anni a questa parte, sia dal punto di vista del gioco che a livello di forza mentale, esperienza, capacità di gestire la pressione e di giocare i punti importanti.

Le ultime due sono probabilmente le cose in cui sono cresciuto di più nei miei 15 anni nel circuito. Più match importanti giochi, più esperienza acquisisci; più esperienza acquisisci, più credi in te stesso; più vinci, più sale l’autostima – è tutto collegato.

Negli ultimi due anni l’età è diventata solo un numero per me, ovviamente devo fare degli aggiustamenti ma credo di non essere mai stato tanto completo come giocatore.

Come diceva Michael Jordan, ho fallito, ho fallito, ho fallito, ed è per questo che alla fine ho avuto successo.

Si tratta di un processo di apprendimento, più impari a conoscerti, più riesci ad individuare i tuoi percorsi emotivi, capendo quali sono i momenti di maggiore tensione e quelli di maggior coraggio e libertà. 

Le persone vedono quello che succede in campo, ma la verità è che tutto ciò che succede prima ci influenza moltissimo.

Prima della finale e della semifinale ho avuto sensazioni leggermente diverse in termini di aspettative, perché come dicevo era in gioco la storia e ne ero consapevole. Si impara a gestire queste cose, a trasmutarle negli stimoli giusti sul campo”.


Nessun Commento per “NOVAK DJOKOVIC: "MI CONSIDERO IL MIGLIORE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.