LA NUOVA VITA DI MARAT SAFIN

Il tennista russo ex n.1 del mondo si racconta a tutto tondo
giovedì, 13 Dicembre 2018

Tennis. La nuova vita di Marat Safin. Ci vorrebbe un’intera enciclopedia per descrivere quella, seppur breve, passata sui campi da gioco. Forse la stessa cosa si renderebbe necessaria per parlare di quello che è oggi, l’ex n.1 del tennis mondiale, uno dei personaggi più folli ed al tempo stesso amati da vecchie e nuove generazioni. In una lunga intervista Marat si è raccontato, fra quella che è oggi la sua nuova vita e il passato da giocatore, oltre a delle interessanti e mai banali dichiarazioni e riflessioni sui protagonisti del tennis di oggi.

Vado a letto presto, alle 22-23. Mi sveglio tra le 8 e le 10 del mattino, cammino, viaggio. Non gioco a tennis. A volte partecipo a qualche torneo fra veterani, mi preparo per due o tre settimane. Ma, in generale, qual è il nodo della questione? Immagina di aver lavorato come giornalista, di aver concluso la tua carriera e di aver iniziato nuovamente a lavorare. Sarebbe sciocco. Quindi, perlopiù vado in palestra per mantenermi in forma. Tre volte alla settimana mi alleno per due ore così da avere un peso ideale”.

Una carriera terminata a soli 29 anni: “Ho avuto molti infortuni. Non giocavo da quasi un anno, mi ero anche rotto una gamba. Ecco perché ho mollato. Se non ci fosse stato quello, forse avrei continuato a giocare. Ma nessuno lo sa. Sottoporsi ad un intervento chirurgico non sarebbe stato possibile, visto che le possibilità di successo erano molto basse. Per questo non mi sono fermato, pensavo che sarebbe guarito. È peggiorato invece. Di conseguenza, non ho potuto più giocare. Mi sono fratturato tutti i muscoli possibili: gomito, due caviglie, schiena, e infine il ginocchio. I medici mi avevano consigliato di smettere, io ho continuato per altri due anni. Sono tornato, ma non riuscivo più a correre, ho perso velocità. Questo non capita a FedererNadal e Djokovic.”


Nessun Commento per “LA NUOVA VITA DI MARAT SAFIN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.