OBRADOVIC ATTACCA BECKER “NON ERA INTERESSATO”

Il capitano serbo della squadra di Davis attacca Boris Becker, accusandolo di poco interesse nella finale del Roland Garros. Secondo Obradovic, è successo qualcosa con Vajda. Niente repliche da parte di Novak Djokovic
mercoledì, 10 Giugno 2015

Seppur siano passati tre giorni dalla finale del Roland Garros, Novak Djokovic continua ad essere motivo di discussione tra gli addetti ai lavori. Il serbo, che ha deciso di prendersi la consueta pausa prima di Wimbledon, ha vissuto la bruciante sconfitta con molta sportività e, soprattutto, con tanta umanità. D’altra parte non l’hanno presa bene i suoi connazionali, e in particolar modo quelli più vicini a lui, che hanno alzato un polverone, iniziando una polemica molto pesante nei confronti dell’angolo composto da Boris Becker e Marian Vajda.

E’ partito tutto da Bogdan Obradovic, capitano della squadra serba di Davis, che ha analizzato la sconfitta di Nole attribuendo la maggior parte delle colpe alla panchina, soffermandosi in particolar modo su Boris Becker. “L’energia negativa era proprio lì, e questo ha finito per influenzare l’esito della partita. Non ho apprezzato l’aria disinteressata di Boris, che per di più non ha reagito bene e non ha saputo dare la giusta carica a Novak” – aggiungendo – “Parlo così, perchè lo conosco. So che ad un certo punto della partita, se le cose non vanno bene, ha bisogno di un gesto per ritrovare la carica, qualcosa che lo sproni a combattere ancora. In questo, Becker, non c’è mai riuscito

Inoltre, il tecnico serbo è convinto sia accaduto qualcosa tra Becker e Marian Vajda: “Credo sia successo qualcosa tra loro due, anche se non so dire con esattezza cosa – ribadendo – C’è stato sicuramente qualche problema“.

Obradovic, senza peli sulla lingua, ha poi continuato: “Novak ha già troppe persone intorno, ricevere tante informazioni gli dà fastidio, proprio perchè c’è il rischio che non riesca a selezionarle al meglio. Dovrà decidere“. Il capitano serbo ha poi tagliato la testa al toro: “Novak ha giocato gran parte del match al 50%. Wawrinka, al contrario, ha fatto la partita della vita, impedendo a Nole di esprimersi al meglio una volta entrato nel match“. Tuttavia le parole di sconforto, miste a quelle di delusione, non hanno impedito al serbo di essere positivo: “Wimbledon è tutta un’altra storia, si gioca su quattro-cinque colpi, questo a Novak piace anche perchè si spendono meno energie” – concludendo – “Ha vinto questo torneo due volte, sono convinto possa ripetersi”.

Il numero uno del mondo, che ha vinto la Coppa Davis nel 2010 proprio con Obradovic capitano, si ritrova a dover gestire una situazione tutt’altro che facile: era chiaro sin dal primo momento che non ci fosse troppa simpatia tra Becker e Vajda, ma non si era mai arrivati a incolpare uno dei due per una sconfitta. Le parole del tecnico serbo finiranno per convincere Novak a prendere una decisione? Intanto, Wimbledon è alle porte.


Nessun Commento per “OBRADOVIC ATTACCA BECKER "NON ERA INTERESSATO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.