OLIMPIADI DEGLI ASSENTI, RINUNCIANO I FRATELLI BRYAN

La coppia d’oro degli Stati Uniti, composta da Mike e Bob Bryan, rinuncia all’appuntamento di Rio e non potrà difendere la medaglia conquistata a Londra
domenica, 31 Luglio 2016

Ora la conta degli assenti comincia a farsi pesante. Come durante un appello di una docente nei mesi invernali, anche nel tennis che si prepara alla kermesse dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro sono tantissimi i forfait, molti di quali di peso assoluto. L’ultima rinuncia in ordine di tempo è quella dei fratelli americani Mike e Bob Bryan, che non saranno a Rio de Janeiro per difendere il titolo olimpico conquistato quattro anni orsono a Londra. Una perdita importante per gli Stati Uniti, che perdono una coppia molto affiatata nel doppio, ma anche protagonisti da non sottovalutare nel doppio misto.

L’importante e triste annuncio della coppia d’oro del tennis americano è arrivata sabato sul loro profilo ufficiale su Facebook: «Dopo aver pensato a lungo, io e Mike abbiamo deciso di rinunciare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Anche se ci piacerebbe competere di nuovo, essendo mariti e padri, ora la nostra priorità è la salute della nostra famiglia». I fratelli Bryan non fanno riferimenti, ma appare palese l’allusione alle possibilità di contagio del virus Zika, la stessa molla che ha fatto scattare il rifiuto di altri tennisti, da Raonic a Berdych, passando per Pliskova e Halep. E anche nel golf la “Zika-fobia” ha provocato molti forfait. Il rammarico però resta alto per i fratelli Bryan, una delle coppie più forti degli Stati Uniti, forgiata dall’intesa naturale di Bob e Mike: «Rappresentare la squadra americana rappresenta per noi un momento indimenticabile, e la conquista dell’oro è senza dubbio l’apice della nostra carriera. L’Olimpiade significa molto per noi, per tanti motivi, e i ricordi di quando abbiamo difeso sul campo le stelle e le strisce americane bruceranno per sempre».

A 38 anni, per i gemelli della racchetta rinunciare alla manifestazione a cinque cerchi in Brasile significa probabilmente dire definitivamente addio al sogno olimpico, ma dopo aver vinto 106 titoli di doppio in carriera, di cui 16 nello Slam, e alla soglia di un ritiro che sembra sempre più imminenti, per i fratelli Bryan la priorità ora sembra la famiglia. Con il forfait della coppia d’oro americana si chiude una settimana “nera” per il tennis olimpico cominciata con la rinuncia forzata di Roger Federer. Tra infortuni, timori e motivi personali, l’edizione 2016 delle Olimpiadi sarà ancor più povera di protagonisti di spicco.


Nessun Commento per “OLIMPIADI DEGLI ASSENTI, RINUNCIANO I FRATELLI BRYAN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.