OSTAPENKO-HALEP, CACCIA ALLA PRIMA VOLTA

Nessuna delle due ha mai vinto uno Slam, ma ci arrivano in due modi diversi. Ostapenko-Halep è la finale del Roland Garros 2017
venerdì, 9 Giugno 2017

TENNIS – In un certo senso, la piega presa ad inizio torneo si è mantenuta fino all’ultimo atto. Con la numero uno del mondo che esce di scena al primo turno, a contendersi il titolo non possono che arrivare due giocatrici che non hanno mai sollevato un trofeo dello Slam in vita loro. Ostapenko-Halep è la finale del Roland Garros, edizione 2017, ma è un match che nasconde due percorsi diversi, due storie opposte, ma che portano ugualmente sul centrale del Philippe Chatrier.

Probabilmente, per Simona si tratta dell’occasione della vita. Già finalista nel 2014, uscita sconfitta al terzo set da un’epica battaglia contro Maria Sharapova, la tennista di Costanza arriva adesso ad un passo dal primo major della sua carriera con l’etichetta di super favorita, considerando sia l’esperienza sia il ranking differenti rispetto alla sua avversaria. La vittoria contro Elina Svitolina nei quarti, ma soprattutto contro Karolina Pliskova in semifinale hanno lasciato intendere una determinazione con pochi eguali nel suo passato, soprattutto in quello recente, in cui non ha mai trovato la continuità necessaria per puntare al colpo grosso. Stavolta, complice anche una concorrenza che è caduta colpo dopo colpo, potrebbe essere la volta buona.

Proprio questa eccessiva pressione e le numerose aspettative, però, possono giocarle un brutto scherzo. Di fronte alla Halep, infatti, ci sarà una Jelena Ostapenko che è arrivata in finale contro ogni pronostico, battendo giorno dopo giorno le giocatrici che puntualmente guardavano già al turno successivo. Un autentico miracolo, quello della tennista lettone, che proprio ieri ha tagliato il traguardo dei vent’anni. L’impressione, a questo punto, è che una vittoria nello Slam parigino le permetterebbe di irrompere nelle zone alte del ranking femminile con una prepotenza che si addice solo alle big del passato, tra l’altro con l’obiettivo di rimanerci stabilmente e creare un nuovo polo di talento nel panorama internazionale.

Comunque vada il match di domani, in programma non prima delle 15:00, il Roland Garros segnerà una pagina storica nella storia del tennis recente. La prima volta di Simona Halep o Jelena Ostapenko, con due certezze: una vittoria della rumena le scrollerebbe di dosso il peso di big incompiuta, il clamoroso trionfo della lettone metterebbe in guardia tutta la concorrenza che, già adesso, deve fare i conti con un nuovo nome che può ambire ai traguardi più prestigiosi. E la fame di una ventenne, inoltre, può essere l’arma in più in un circuito ormai senza una reale padrona.


Nessun Commento per “OSTAPENKO-HALEP, CACCIA ALLA PRIMA VOLTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.