OTTIMO ESORDIO PER STARACE, FUORI LORENZI

TENNIS - Gran prova di forza del tennista campano che rimonta il set di svantaggio al ceco. Fognini si aggiudica il derby con Seppi per la seconda volta quest'anno. Monaco perde da Paire, mentre Cilic avanza con facilità. In serata Nishikori elimina in due set Lorenzi

Tennis. Internazionali BNL d’Italia (Roma). Primo turno del Masters 1000 romano che ha visto diversi italiani in campo nel tabellone maschile. Le hit della giornata infatti erano senza dubbio il secondo derby stagionale tra i primi della classe Andreas Seppi e Fabio Fognini ed il match che ha visto di fronte il rientrante Potito Starace e Radek Stepanek. Il bilancio emerso non può che essere positivo: Fognini ha surclassato ancora il connazionale altoatesino, mentre il tennista campano ha superato in rimonta il ceco. I problemi se mai arriveranno nel secondo turno. Andiamo a vedere perché.

Il secondo incrocio fratricida tra i due maggiori esponenti del tennis italiano ha emesso poco fa la sua sentenza. Si è trattato di un verdetto che ha condannato inesorabilmente il più alto dei due in classifica (ancora per poco visto che Seppi difendeva la semifinale dello scorso anno) ed allo stesso tempo ha consacrato il ligure come futuro nuovo numero uno italiano. Andreas Seppi paga un momento di forma assolutamente poco brillante dandone una ennesima dimostrazione nel match odierno dove è apparso spento e troppo, troppo dimesso. Fognini dal canto suo ha svolto il compitino, nulla di più, limitandosi a gestire con parsimonia gli errori gratuiti (mentre il dirimpettaio ne distribuiva agli osa come se non fossero suoi) affondando il colpo nei momenti giusti. La sintesi della partita è presto detta: il bolzanino si è ritrovato ad inseguire fin da subito, complice anche un approccio appannato all’incontro che gli è costato un immediato break. Il sanremese è stato invece molto solido in battuta ed ha accusato l’unico passaggio a vuoto della partita nel sesto gioco quando ha concesso l’unico break dopo un turno di servizio non irresistibile. Dopo di che il semifinalista di Monte-Carlo ha ripreso di nuovo il largo breakkando, stavolta definitivamente, nel gioco successivo. Perso il primo set Seppi si è totalmente sfaldato, mentre Fognini tra primo e secondo parziale ha riportato un filotto di cinque giochi consecutivi. Il 6-4 6-1 che ne è venuto fuori è stata il naturale esito di un derby per niente combattuto e che non ha mai fatto sorgere dubbi su chi dei due sarebbe stato il vincitore. Il ligure oltre a conquistare l’accesso al secondo round si aggiudica anche il primo confronto in carriera con il campione in carica Rafael Nadal. Per Seppi invece ennesima sconfitta da dimenticare e stagione sulla terra rossa che sta prendendo una brutta piega.

Di tutt’altro stato d’animo è invece Potito Starace. Per il campano numero 293 del mondo, che è entrato in tabellone grazie ad una wild card, vittoria di peso riportata nel primissimo pomeriggio su Radek Stepanek. Poto era oggi al rientro dopo un lungo stop per infortunio che ne aveva pregiudicato la permanenza nella parte nobile della classifica. L’ultimo suo successo in un match valido per il main draw di un torneo Atp risaliva al 2012 in quel di Umago. Il tennista di Cervinara non si è perso però d’animo conscio di poter ancora dire la sua su alti livelli. Così dopo la vittoria al Challenger di Napoli è arrivata la grande soddisfazione del debutto vincente contro un altro veterano del circuito. E non si tratta certo dell’ultimo arrivato, dato che Stepanek non aveva mai perso all’esordio qui a Roma ed aveva collezionato anche una semifinale nel 2008. Ovviamente non è stato facile approcciare un match di questo livello dopo quasi un anno di astinenza dal giro che conta ed infatti il ceco, grazie anche ad un pregevole rendimento al servizio, era riuscito a conquistare il primo set capitalizzando al massimo il break conseguito nel terzo gioco. Nel parziale successivo però il fondamentale che fino ad allora aveva aiutato il 34enne campione di Davis a sfondare le difese avversario è venuto meno. Starace in tal modo ha avuto molta più libertà di manovra aggredendo le seconde di servizio del dirimpettaio e sollecitandolo sul dritto, colpo che spesso e volentieri è andato fuori giri. Dopo un iniziale scambio di break Poto è riuscito con caparbietà a compiere l’allungo decisivo nel decimo gioco conquistando l’accesso al terzo set. Qui è continuata la parabola discendente di Stepanek che ha poi finito per cedere 6-3. Per il campano il giusto riconoscimento dopo un anno tribolato. Il prossimo incrocio con Roger Federer è altamente proibitivo, ma Starace sarà ben contento di ritrovarselo di fronte.

Nulla da fare per l’ultimo italiano sceso in campo oggi. Paolo Lorenzi è stato battuto in serata da Kei Nishikori. Per il senese si è trattata della prima eliminazione all’esordio nel Masters 1000 di casa. Fatale il primo incontro in carriera con il giapponese caricato a pallettoni dopo aver sbancato l’istituto svizzero Federer a Madrid. Lorenzi ha sofferto molto durante il match la grande pressione dell’avversario che ha letteralmente morso le sue seconde di servizio con delle risposte molto profonde. Tutto sommato però il numero 64 del ranking avrebbe meritato di più da un incontro che lo ha comunque visto rendersi pericoloso quando a servire era il tennista del sol levante. Quelle sette palle break non sfruttate, oltre a gridare vendetta, sono comunque sintomatiche del fatto che Nishikori non è stato proprio impeccabile in battuta. Ma tant’è, esce di scena il secondo italiano nella giornata, mentre avanza imperterrito l’attuale numero 15 del mondo dimostrando in ogni caso di avere talento da vendere.

Passando sulla Supertennis Arena c’è da registrare la sorprendente battuta d’arresto di uno degli specialisti della terra rossa, Juan Monaco. L’argentino è stato battuto in un gara molto combattuta da un buon Benoit Paire. I due non si erano mai incontrati fino ad ora. Al sudamericano non è bastata l’ottima percentuale di prime in campo, perché il giovane francese è riuscito ad essere più solido e continuo meritando la vittoria finale. Immediatamente dopo è toccato a Marin Cilic staccare il biglietto per il secondo turno. Per il croato vittoria in due set tutto sommato agevole sul kazako Andrey Golubev emerso dalle qualificazioni. Sono ben due invece gli spagnoli già approdati al round successivo: il qualificato Albert Montanes ha superato in rimonta Martin Klizan, mentre Albert Ramos ha eliminato con facilità Jan Hajek anche lui vincitore nel tabellone cadetto.

Di seguito tutti i risultati:

Internazionali BNL d’Italia, Roma – Primo turno

[W] Potito Starace d Radek Stepanek 4-6 6-4 6-3

Fabio Fognini d Andreas Seppi 6-4 6-1

Benoit Paire d Juan Monaco 7-6(4) 1-6 6-4

[11] Marin Cilic d [Q] Andrey Golubev 6-4 6-2

Albert Ramos d [Q] Jan Hajek 7-6 6-0

[Q] Albert Montanes d Martin Klizan 3-6 7-5 6-3

[Q] Andrey Kunzetsov d Xavier Malisse 6-2 3-1 Ret.

Philipp Kohlschreiber d [14] Milos Raonic 7-6(2) 6-4

Kei Nishikori d Paolo Lorenzi 6-2 6-4


Nessun Commento per “OTTIMO ESORDIO PER STARACE, FUORI LORENZI”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • FOGNINI SUPERA DI SLANCIO UNO SPENTO SEPPI TENNIS - Primo turno di fuoco al Campo Centrale del Foro Italico. I nostri attuali migliori esponenti sono stati messi per la seconda volta nel giro di poche settimane uno di fronte […]
  • COPA CLARO, GIORNATACCIA PER GLI ITALIANI TENNIS - Bolelli cede in tre set a Leonardo Mayer, Volandri perde da Kuznetsov ed il povero Lorenzi non può nulla contro Wawrinka. Nettamente meglio gli spagnoli, con Robredo e Gimeno-Traver
  • A FOGNINI IL DERBY. CILIC AFFONDA SEPPI Sul Grandstand di Umag Fabio vince in tre set la sfida con Potito, finalista qui lo scorso anno. Sul Centrale adiacente Cilic si sbarazza di un opaco Andreas per 61 63. Domani semifinale […]
  • FORZA AZZURRI! SI COMINCIA CON SEPPI-BERLOCQ TENNIS - Si parte domani alle 15 e 30 italiane con l'altoatesino che aprirà il primo turno tra Argentina e italia. A seguire scenderà in campo Fognini opposto a Monaco. Nel doppio (ore 17 […]
  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • SEPPI SUBITO FUORI A PARIGI TENNIS - Esordio amaro per l'azzurro che gioca alla pari con Kohlschreiber per tutto il match, ma finisce per cedere a causa di qualche distrazione di troppo. Negli altri incontri di […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.