PANATTA: “JANNIK SINNER ENTRERÀ IN TOP 20 L’ANNO PROSSIMO”

Panatta è convinto che il 18enne altoatesino farà il suo ingresso nell’élite del tennis mondiale il prossimo anno

Tennis. Il 2019 è stata un’annata strepitosa per il tennis italiano, nella speranza che il 2020 ci proietti definitivamente in una nuova dimensione. Intervistato da Sportweek, il settimanale de La Gazzetta dello Sport, Adriano Panatta ha commentato i progressi del nostro movimento negli ultimi dodici mesi.

Si tratta di talento e di aver trovato delle persone che hanno fatto sì che sbocciasse. Ho conosciuto tanti giocatori che giocavano molto bene ma non sono arrivati. La tecnica da sola non basta“ – ha spiegato.

Non poteva mancare un giudizio su Sinner e Berrettini: “Jannik è un caso particolare. Quando lo vedo giocare, ma anche parlare, penso che abbia 30 anni, non 18. Il prossimo anno potrà arrivare tra i primi 20. 

Matteo, invece, ha quella combinazione di servizio e dritto che ha fatto la fortuna di tanti giocatori. Può ancora migliorare tanto con il rovescio e nel gioco di volo. Per me lui è addirittura più forte sul veloce“.

Su Fognini e Seppi: “La carriera di Fabio parla da sola, un campione straordinario. Penso che il tennis italiano gli debba essere grato. E poi è un bravissimo ragazzo. Diverso da come lo si dipinge. Fino a quando avrà forti motivazioni è la guida del movimento

Andreas è un esempio di dedizione, amore per il suo sport e voglia di sacrificarsi. Non è facile rimanere al vertice per tanti anni. Lui ci è riuscito perché è un ragazzo serio e capace di andare sempre oltre i propri limiti“.


Nessun Commento per “PANATTA: "JANNIK SINNER ENTRERÀ IN TOP 20 L'ANNO PROSSIMO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.