PAOLO LORENZI E THOMAS FABBIANO, AVANTI COSI’

I 2 italiani hanno raggiunto le semifinali nei challenger di Monterrey e Suzhou.
mercoledì, 4 Novembre 2015

Tennis – Niente challenger la settimana scorsa in Europa e così la ricerca di punti preziosi per risalire qualche posizione nel ranking è avvenuta in scenari lontani, soprattutto per gli azzurri abitués del circuito come Lorenzi e Fabbiano.

La distanza e le condizioni climatiche non familiari non hanno, infatti, impedito al solito (nell’aggettivo nulla di afferente alla noia e alla routine ma una constatazione di costanza e perseveranza) Paolo Lorenzi di giungere fino alla semifinale di Monterey, in Messico, dove il senese ha dovuto cedere di fronte all’olandese Thiemo De Bakker. Una sconfitta netta ma giustificata dalla stanchezza per l’italiano derivata con tutta probabilità da una lunga sequenza di tornei e risultati in giro per il mondo e subita per mano di un giocatore che sta vivendo un particolare momento di forma. In finale, infatti, De Bakker si è imposto anche su Victor Estrella dopo un combattuto match risoltosi soltanto nella terza partita con il risultato di 7-6 4-6 6-3. Il torneo ha visto la partecipazione anche di diverse promesse statunitensi ma né l’astro nascente Taylor Harry Friz, sconfitto in 2 set dall’olandese, né Austin Krajiceck, battuto dal semifinalista Escobedo, sono riusciti a superare i primi turni a Monterrey. Sogni rimandati per le grandi aspettative americane.

In Cina, a Suzhou, invece è andato vicino all’impresa Thomas Fabbiano. Il pugliese è giunto fino alle semifinali dove ha portato al terzo set il vincitore del torneo, Dudi Sela, uno dei grandi specialisti dei Challenger che in finale ha travolto Matija Pecotic , costretto al ritiro sotto 1-6 0-1. Fabbiano ha pagato lo sforzo profuso nel quarti dove gli sono occorsi 3 set per avere la meglio su Jimmy Wang.

Si è giocato anche in Perù, a Lima, torneo che ha incoronato Gastao Elias, capace di imporsi senza perdere un set prima su Pella in semifinale e poi su Andrej Martin 6-2 7-6 in finale.

A Pune in India la settimana ha premiato Yuki Bhambri, 23enne indiano, che ha saputo sfruttare il fattore casa soprattutto nella difficile semifinale contro il britannico James Ward. In finale dopo un primo facile 6-2 a Bhambri è servito un tiebreak nella seconda partita per sollevare la coppa contro Evgeny Donskoy.

Infine a Tralgon in Australia successo di Matthew Ebden opposto a Jordan Thompson in una finale combattuta ma conclusa in 2 set 7-5, 6-3.


Nessun Commento per “PAOLO LORENZI E THOMAS FABBIANO, AVANTI COSI’”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.