PARIGI-BERCY: FERRER, CHE SGAMBETTO A NADAL

Il numero uno del mondo perde il derby spagnolo e saluta il torneo parigino in semifinale. David vince in due set e va a giocarsi l'ultimo atto contro Djokovic.
sabato, 2 Novembre 2013

TENNIS – Non era un’eventualità da escludere, ma nemmeno un risultato da attendere con tanta facilità. La seconda semifinale di Parigi-Bercy si chiude con la sorpresa messa a segno da David Ferrer, che nel derby spagnolo elimina Nadal in due set. Il numero uno del mondo, che fino al penultimo atto del torneo non aveva ancora perso un set, cade contro il connazionale e manca la sfida contro l’altro finalista Djokovic.

Ferrer si impone autorevolmente 6-3 7-5, mantenendo una lucidità non indifferente sul proprio servizio e aggredendo Nadal nei momenti cruciali dell’incontro. Rafa non riesce a mantenere il ritmo dell’avversario, nonostante alcune palle break concesse dal tennista valenciano: un’ora e trentanove minuti di dominio da parte del numero tre del mondo, che merita l’accesso alla finale contro Nole, ultimo scoglio prima della riconferma sul cemento parigino.

Il match inizia senza particolari scossoni. Entrambi i giocatori riescono a proteggere la battuta nei primi tre game, poi l’accelerazione di Ferrer vale il primo e unico break del primo set: la prima palla per il vantaggio non va a segno, la seconda è quella giusta e Nadal è costretto a rincorrere, ma l’unica occasione arriva al settimo gioco. David difende il suo turno di servizio annullando la palla del 4-3 e servizio dell’avversario, volando 5-2 e sprecando anche tre set point sulla battuta del connazionale. Il successo nella prima partita è solo rimandato al nono game, quando il tennista di Manacor non può più opporsi al rivale.

Secondo set più combattuto, ma l’andamento dell’incontro non cambia. Al primo turno di battuta di Ferrer, Nadal spreca ben quattro palle break e perde il servizio sul gioco successivo, mandando il connazionale in vantaggio. Rafa deve velocizzare la rimonta: ancora una palla del 3-3 gettata alle ortiche, poi l’agognato break quando David serve per il match. Il 5-5 non fa riemergere in Ferrer i fantasmi di inizio stagione: il valenciano mette a segno l’immediato controbreak e torna a servire per chiudere l’incontro. E’ la mazzata decisiva, Nadal non prova nemmeno il recupero in extremis e saluta Bercy in semifinale.

Domani alle 10 è in programma la finale tra Ferrer e Djokovic. L’iberico lotta per riconfermarsi dopo il successo del 2012, il serbo punta a chiudere in bellezza la stagione dei Masters 1000 dopo i successi di Montecarlo e Shanghai.


Nessun Commento per “PARIGI-BERCY: FERRER, CHE SGAMBETTO A NADAL”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.